mercati

Piquadro crede nella Russia e riporta in house la gestione del business

Il gruppo bolognese della pelletteria, che ha chiuso i primi nove mesi del 2015 con ricavi pari a 49,8 milioni di euro (+2,7%), avvia un nuovo piano di investimenti in Russia, riportando in house la gestione del business e acquisendo il controllo dei cinque monomarca attivi a Mosca.

 

«Ci stiamo riappropriando del mercato russo, dove i consumatori stanno ritornando a spendere. Abbiamo rilevato dal nostro distributore i cinque store, insieme a parte delle strutture», spiega a fashionmagazine.it Marco Palmieri, presidente e amministratore delegato di Piquadro.

 

Obiettivo della riorganizzazione è quello di riportare il peso della Russia al periodo pre-crisi, quando incideva sul fatturato per il 6-7%, rispetto alla situazione attuale, dove è quasi nullo. Punto di riferimento per il mercato sarà la sede di Mosca, presso la quale «abbiamo anche un team che si occupa del customer service». I primi risultati del cambio di marcia sono positivi, spiega Palmieri: «Il trend è "dignitoso" e in linea con le nostre aspettative».

 

A dare man forte allo sviluppo sarà anche l'e-commerce, un canale di vendita in significativa crescita per Piquadro: nei programmi il potenziamento dell'e-shop nell'area, che a breve potrà disporre di una versione in cirillico.

stats