Milano Fashion Week

Seafarer: Mariotti e Berloni danno slancio al brand (+50%) e progettano una nuova denim label

Arrivato alla quarta stagione, il viaggio di Manuela Mariotti nel mondo di Seafarer prosegue e si inoltra nei territori affascinanti dell’Africa. Un percorso creativo e insieme strategico, che ha portato il brand storico, oggetto di rilancio a cura della nuova società Academy, a mettere a segno significativi risultati, come spiega Massimo Berloni, presidente della newco.

Nato a Brooklin nel 1896 in una piccola sartoria – e per oltre un secolo fornitore di pantaloni della marina militare americana – Seafarer ha raggiunto un grande successo con i suoi jeans, divenuti un’icona degli anni Settanta, amatissimi da celebrity come Brigitte Bardot, Isabelle Adjani, Jane Birkin e tante altre.

Il brand è stato assente dal mercato da tanti anni, dopo un tentativo di rilancio nel 2013, e ora è sotto la cura stilistica di Manuela Mariotti e strategica di Massimo Berloni (foto sotto), insieme ai due soci Franco Stocchi ed Enrico Catani.

«La nostra è una scommessa nel segno di una crescita ponderata e sostenibile. Ci siamo posti dei traguardi, ma non vogliamo essere gravati dall’assillo dei numeri», tiene a sottolineare Berloni, che da un anno è anche sindaco della sua città, Fossombrone nelle Marche, dove ha sede Academy.

I numeri in realtà ci sono, come dimostra la campagna vendita dell’estate 2023, che si avvia a chiudere con una crescita del 50%. «Una percentuale che proietta la griffe verso il traguardo dei 5 milioni di fatturato nel 2023, rispetto ai 3 del 2022», sottolinea Berloni.

A sostenere questa crescita, un network di 170 clienti, di cui circa il 55% in Italia e 45% all’estero in Nord Europa, Belgio, Germania e, recente, la Francia. Insegne come Ratti a Pesaro, Sugar ad Arezzo, Clan Upstairs a Milano, Illum e Trois Pommes a Copenhagen, Tatler a Oslo, Jean-Charles a Nizza
e Harfy’H a Juan Le Pin.

A dare ultreriore spinta al business arriva anche tra qualche mese il sito di e-commerce: «Abbiamo individuato una serie di carry over – spiega Berloni – che saranno disponibili sul nostro portale, presto attivo in tutta Europa».

Tra i progetti di Academy c’è anche una nuova linea che avrà il focus sul denim. «Vorrei costruire una storia completa intorno a questo tessuto», sottolinea Mariotti, che si dice pronta a esordire nell’arco dei prossimi sei mesi.

«Sarà un progetto basato non solo sui contenuti, ma anche su un rapporto più diretto con i nostri clienti negozianti, che stiamo al momento mettendo a punto», aggiungono Berloni e Mariotti.

Quest’ultima mostra le novità di Seafarer nella showroom di via Pietro Mascagni a Milano. Una proposta ispirata al libro La mia Africa di Karen Blixen, riletto dal film iconico di Sydney Pollack (foto sotto).

Una collezione che vive di colori caldi, come il marrone, il sabbia, l’ocra, il burro e il verde militare, con tante stampe, lini lavati, top in pizzo abbinati a pantaloni cargo, effetti curvi sul fondo di camicie, felpe e T-shirt e ricami dalla forma ondulata sui dettagli dei pantaloni. Un insieme che si accende dei colori del tramonto nei look rosa, dove spiccano i pantaloni ampi abbinati a vestiti lunghi.

Per l’imminente futuro Manuela Mariotti sogna gli accessori: «Ci terrei tantissimo a inserire borse e scarpe – spiega - perché nell’immaginario di ogni creativo c’è sempre un’idea di collezione completa. Vedremo nelle prossime stagioni».

c.me.
stats