I titoli di Moda&Co.

I migliori e i peggiori a Piazza Affari

Si è chiuso un anno positivo per la Borsa di Milano (+27% l’indice Ftse All Share e +28% il Ftse Mib), sostenuto anche da titoli come Ovs, Safilo e Piquadro.

Le azioni del fashion retaler Ovs archiviano il 2019 con un +89,80% (in base alla chiusura del titolo il 30 dicembre 2019). Il miglioramento dei flussi di cassa ha permesso una riduzione dell’indebitamento del gruppo e, con la pubblicazione dei risultati a nove mesi, il ceo Stefano Beraldo ha spiegato che i fattori climatici sfavorevoli vengono mitigati da un aumento dell’offerta in-season e da una crescente flessibilità nella supply chain. Inoltre Ovs sta introducendo prodotti premium e sostenibili mentre Upim sta investendo su uno sviluppo commerciale non solo diretto e in franchising ma anche attraverso accordi con gli ipermercati.

Tra i migliori c’è anche il gruppo dell’occhialeria Safilo, che chiude un anno di Piazza Affari con un +58,61%, nonostante la prospettiva dell’uscita di due licenze importanti come Dior e Fendi e l’annuncio, a dicembre, di 700 esuberi in Italia. La scommessa sono le licenze new entry e l’e-commerce di occhiali, dopo l’acquisizione del 70% di Blenders Eyewear.

Sul terzo gradino del podio figura Piquadro con un +45,40%. L’azienda bolognese prevede per la fine dell’esercizio, a marzo 2020, un fatturato oltre i 160 milioni di euro, trainato anche dai marchi The Bridge e Lancel.

Moncler, che ai primi di dicembre sembrava essere nel mirino del gruppo francese Kering («Non ci sono ipotesi concrete allo studio», ha poi precisato il ceo e maggiore azionista Remo Ruffini), festeggia con un +39,65% del titolo alla Borsa di Milano (oltre che con una crescita a due cifre dei ricavi a nove mesi).

BasicNet termina con un +18,80% delle azioni mentre il lusso di Brunello Cucinelli e Salvatore Ferragamo si deve accontentare di un +7,57% e di un +4,93% rispettivamente.

Con segno meno Geox (-0,34%), Tod’s (-0,87%) e Aeffe (-12,67%).

Nel mondo tessile Ratti evidenzia un +88,98%, mentre Aquafil accusa un -29%.

e.f.
stats