Con mostre e pop-up offre spazio fisico alla moda

Rinascente: a Firenze diventa Pitti Square e a Milano è l'hub dei new names

Potremmo definirla la chance Rinascente: con Pitti Uomo e Milano Moda Donna costrette dalla pandemia a trasformarsi in manifestazioni virtuali, il department store italiano diventa il luogo fisico di incontro, dove i brand del made in Italy possono promuoversi mediaticamente e commercialmente nel segno del touch and feel.

Sta accadendo a Firenze, dove Rinascente ha appena terminato i lavori di restyling del punto vendita in piazza della Repubblica che fino all'8 marzo ospita Ritratto al Maschile: il progetto-evento che prevede uno speciale allestimento delle sue vetrine ispirate a Pitti Square, tema editoriale di questa edizione del salone, e un itinerario fra i suoi diversi piani che presenta la moda maschile attraverso tre macro aree – Fantastic Classic, Dynamic Attitude e Superstyling – le stesse del Pitti Uomo numero 99.

Anche a Milano Rinascente è impegnata nell'offrire un supporto reale ai giovani talenti più promettenti della moda. Per la seconda stagione consecutiva, infatti, il quarto piano del punto vendita di piazza Duomo ospiterà un pop up store con le collezioni di 11 designer emergenti.

Per questa seconda edizione del progetto Camera Nazionale della Moda Italiana e Rinascente hanno selezionato i brand di prêt-à-porter femminile Marco Rambaldi, Greta Boldini, Fantabody, Vitelli, Gentile Catone, Themoirè, Drome, Mrz, Melampo, Sara Battaglia e Giannico.

«In un momento storico in cui i contatti personali sono limitati e le procedure di buying avvengono quasi esclusivamente attraverso piattaforme digitali - commenta Pierluigi Cocchini, ceo di Rinascente - i nuovi marchi incontrano sempre più difficoltà nel trovare un proprio spazio sul mercato, per questo noi ci impegnano ad offrire un supporto reale per incrementare la loro visibilità non solo mediatica, ma anche commerciale».


«In un momento così complicato per il nostro Paese e per l’industria della moda, è fondamentale sviluppare inedite modalità per fare sistema e dare un supporto concreto alle nuove generazioni di talenti del nostro Paese» dichiara Carlo Capasa, presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana.

Secondo Cocchini la partnership con Camera Moda per i giovani talenti è già un successo, tanto da ipotizzare ulteriori futuri sviluppi. «Sei mesi fa l'iniziativa si era rivelata particolarmente positiva per quattro brand (Marco Rambaldi, Mrz, Vitelli e Drome) che, ottenendo un buon riscontro commerciale, sono entrati a far parte stabilmente del nostro brand mix. Spero che anche questa seconda edizione porti risultati simili», commenta il manager, che dimostra molto ottimismo nonostante la congiuntura complicata.

Rinascente ha chiuso il 2020 con un calo del giro di affari del 40%, ma il buon andamento delle vendite nel periodo natalizio e le performance del nuovo canale digitale fanno sperare in una ripresa. «Ma certo ci vorranno almeno due anni prima di tornare ai livelle pre Covid, intanto ci godiamo il successo dell'e-commerce che abbiamo lanciato a giugno e continua a crescere e del servizio Whatsapp on demand, che in un anno è triplicato e ora vale 10 milioni di euro».
an.bi.
stats