e-commerce +76%

Inditex: nel terzo trimestre il calo dei ricavi si riduce al -14%

Terzo trimestre in risalita per Inditex: nonostante il 5% dei negozi fosse chiuso e l'88% penalizzato da restrizioni, le vendite hanno contenuto il calo a un -14% (-10% a cambi costanti), dopo il -31% del secondo quarter e il -44% del primo. Il giro d'affari ha totalizzato 6,1 miliardi di euro, dai precedenti 7 miliardi.

Nei nove mesi il fatturato ha superato i 14 miliardi, dai 19,8 miliardi dello stesso periodo del 2019. L'utile lordo è rimasto praticamente stabile, con un 58% contro il precedente 58,2%.

L'utile netto, che nei nove mesi si è attestato a 671 milioni di euro, nei tre mesi è stato di 866 milioni (-26%).

Trainante per il business l'e-commerce, progredito del 75% nei nove mesi e del 76% nel trimestre.

Considerando sempre i nove mesi, si nota una riduzione delle spese operative del 17%, mentre nei tre mesi la posizione netta di cassa ha raggiunto gli 8,3 miliardi di euro (+7%). In parallelo, le spese operative sono state tagliate del 10%.

Un comunicato sottolinea che nelle settimane comprese tra l'1 e il 18 ottobre i ricavi hanno registrato un andamento record, posizionandosi sui livelli dell'anno precedente.

L'executive chairman Pablo Isla attribuisce questi risultati al lavoro sinergico delle aree design, prodotto, manifattura, logistica, negozi e online.

A novembre gli store di Inditex che hanno dovuto abbassare le serrande sono stati il 21% del totale, ma le vendite in valute locali sono state dell'81% se confrontate con novembre 2019. Una percentuale salita all'87% dall'1 al 10 dicembre.

A oggi, comunque, l'8% dei negozi è temporaneamente chiuso e un ulteriore 10% resta inattivo nei weekend.

Da gennaio a settembre il gruppo ha messo a segno aperture in 25 mercati, tra cui Cina, Messico, Russia, Germania, Olanda, Spagna e Arabia Saudita.

L'e-commerce dell'insegna ammiraglia Zara è stato integrato con il network degli shop fisici in 85 Paesi: sono ormai oltre 200 le nazioni che possono comprare online le proposte dei brand di Inditex. A inizio dicembre è avvenuto il debutto a Panama e Portorico, dopo il lancio in Cile, Costarica, Honduras e Tunisia.

La società iberica sta continuando a investire in omnicanalità e conta di stanziare quasi 3 miliardi di euro in quest'ambito: in particolare, è in fase di perfezionamento il software di proprietà Inditex Open Platform, rafforzando la gestione integrata degli stock e allestendo ai clienti di Zara e Massimo Dutti il tool digitale Store Mode.

Nel canale fisico, Isla crede sempre di più nel format degli store di dimensioni importanti, attrezzati con strumenti tecnologici di ultima generazione. A fine ottobre le vetrine del gruppo erano 7.197: un mese durante il quale Zara ha inaugurato a Wangfujing, zona dello shopping di Pechino, uno spazio che con i suoi oltre 3.500 metri quadri è il più grande dell'Asia, concepito secondo criteri di sostenibilità avanzata (nella foto, il flagship Zara in corso Vittorio Emanuele a Milano).







a.b.
stats