nel quadrilatero

L'Associazione MonteNapoleone cambia nome. Miani confermato presidente

Per la terza volta Guglielmo Miani è stato eletto presidente dell’Associazione MonteNapoleone, che cambierà nome e diventerà MonteNapoleone Quadrilatero. Tra i primi impegni del'imprenditore, in carica dal 2010, il rapporto con le istituzioni della politica, locale e nazionale.



Alla base della nuova denominazione dell'associazione la sua continua espansione a livello "geografico": i suoi confini infatti si sono estesi nel corso del tempo: due anni fa, Via Verri e Via Sant’Andrea, l’anno scorso via Borgospesso e via S.Spirito sono entrate a farne parte. Da maggio 2016 l’Associazione si occuperà anche di via Bagutta.



Gli obiettivi che l'Associazione si pone per il nuovo triennio sono ambiziosi: la riqualificazione di Via MonteNapoleone, che l'organismo si augura possa essere inserita tra le priorità di entrambi i programmi elettorali dei candidati sindaci e la sensibilizzazione del Governo nei confronti di iniziative volte a promuovere il turismo su Milano.



Inoltre la semplificazione delle procedure per l'ottenimento dei visti per l'Italia, idealmente da realizzare attraverso la creazione di fast track a pagamento nelle Ambasciate e nei Consolati italiani nel mondo.


A queste si accompagna l’impegno nel mantenimento di un calendario ricco di mostre su strada ed eventi vip sul Quadrilatero e il costante sforzo nella ricerca di collaborazioni proficue e investimenti sul segmento digital, al fine di incrementare e rafforzare la brand awareness del Quadrilatero nel mondo.

 

Nell’Assemblea di oggi (venerdì 8 aprile), gli associati oltre a rinnovare la fiducia a Miani hanno confermato  il consiglio direttivo composto da 6 consiglieri, espressione dei brand del Quadrilatero: Marco Pirone (Louis Vuitton), Maristella Pisa (Boutique Rolex di Pisa Orologeria), Giorgio Damiani (gruppo Damiani), Luigi Fedeli (Fedeli Cashmere), Pietro Ruffini (Moncler), Maria Cristina Buccellati (Buccellati).

 

 

stats