Niente sfilata dal vivo per la griffe

Ami opta per un video ma si smarca dalla fashion week parigina e presenta l’11 marzo

Fervente difensore degli show dal vivo, Alexandre Mattiussi è stato costretto a venire a patti con la pandemia e per questo ha deciso di presentare la sua linea Ami con un video in formato digital, che sarà trasmesso poco dopo la Paris Fashion Week l’11 febbraio alle 14,30. Una scelta legata a motivi tecnici e creativi: è questa la spiegazione. 

Se era apparso chiaro che la griffe non ce l’avrebbe fatta a realizzare una sfilata per il calendario maschile dello scorso gennaio, c’erano speranze per il mese di marzo.

Mattiussi ha spiegato a wwd.com che, pur dovendosi adattare alla situazione, il suo punto di vista sull’importanza delle sfilate dal vivo non è cambiato. Ha inoltre tenuto a sottolineare che la griffe resta fedele alla Fédération de la Haute Couture et de la Mode, di cui è parte fissa nel calendario da ben dieci anni ma, per motivi tecnici, non è riuscita a stare dentro le date della fashion week, che si chiude il 9 marzo.

La collezione, che festeggia il decimo anniversario, sarà dunque presentata ufficialmente con un video, girato cinque o sei giorni prima della proiezione, in una sessione a porte chiuse a Parigi, nel rispetto delle restrizioni imposte dalla pandemia.

«Speriamo di tornare a una fashion week più normale in futuro, anche se questa esperienza avrà un effetto duraturo - ha detto il designer -. Per quanto sorprendente possa sembrare, ci sono lati molto positivi nell'universo digitale, che ha reso possibile l’accesso agli eventi a una platea più ampia. Un mezzo che ci costringe a spingere ulteriormente i nostri messaggi verso la cinematografia, il che mi si addice e mi è sempre piaciuto».

Mattiussi ha infine tenuto a sottolineare che il video sarà molto poetico e ricco di vibrazioni positive: sotto i riflettori ci sarà una collezione colorata e molto vivace.

A dare supporto al designer c’è un nuovo investitore arrivato lo scorso mese di gennaio. Si tratta della società di venture capital Sequoia China Capital, che dovrebbe consentire al brand - già presente in mercati come Usa, Francia, Regno Unito, Italia, Germania, Cina e Corea del Sud - di espandersi ulteriormente e di fare un salto di qualità sul fronte digitale.Un piano a lungo termine, supportato dall'expertise di Sequoia Capital China nell'high tech e nell'innovazione applicata al retail.

Nella foto, Alexandre Mattiussi nel finale della sfilata Spring-Summer 2021 di Ami

c.me.
stats