Nominata direttrice delle iniziative ambientali Emea

Patagonia: con Beth Thoren a bordo si rafforza la mission di salvare il pianeta

Anche in tempi di pandemia Patagonia resta fedele alla mission di “salvare il pianeta” e la rafforza con una nomina strategica. Arriva in azienda Beth Thoren, a cui viene affidato il ruolo di direttrice delle azioni e iniziative ambientali Emea. 

La manager avrà il compito di aiutare il brand ad affrontare le questioni più urgenti del nostro tempo, compreso l'impegno per raggiungere la carbon neutrality entro il 2025 in tutta l'azienda e la filiera di produzione e distribuzione, oltre a supportare più di 1.000 associazioni ambientaliste in tutto il mondo.

Leader e advocate ambientalista nota a livello internazionale, Thoren entra in Patagonia dopo la precedente esperienza di deputy chief executive presso la ong ambientalista Client Earth, di cui ha supervisionato la trasformazione da organizzazione britannica verso una dimensione globale. 

In questo anno di diffusione della pandemia Beth Thoren ha utilizzato il suo tempo libero per avviare e guidare un team di volontari per sviluppare il National Nature Service, un programma per affrontare i problemi del declino della natura e l'aumento della disoccupazione. 

Il progetto fornirebbe ai giovani e a coloro che appartengono a minoranze etniche un lavoro retribuito, ripristinando i paesaggi impoveriti del Regno Unito, soprattutto quelli marini. 

Presentata al governo del Regno Unito, la proposta creerebbe 15mila posti di lavoro e si tradurrebbe nella piantumazione di 4,5 milioni di alberi e nella realizzazione di spazi verdi urbani, concentrandosi sulle 155 comunità più indigenti.

Prima di Client Earth, Beth ha trascorso quattro anni presso la onlus britannica per la conservazione ambientale Rspb, come director of fundraising and communications. 

In precedenza si era presa un anno sabbatico per unirsi all'equipaggio di Sea Shepherd a bordo delle loro navi. È cresciuta a Tokyo e ha una laurea in ingegneria, oltre a un master in business administration presso la Harvard Business School.

L’executive si trasferirà in Olanda presso la sede europea di Patagonia ad Amsterdam, dove porterà la sua conoscenza degli strumenti legali a livello globale e, al contempo, seguirà le campagne della società civile per guidare il cambiamento sistemico.

«Beth ha svolto un ruolo fondamentale in alcune delle sfide ambientali più cruciali di oggi, sia come attivista che come leader – ha commentato il ceo di Patagonia, Ryan Gellert-. In qualità di Environmental Action & Initiatives Director Emea, sarà determinante nel portare una visione strategica e coinvolgere le nostre comunità in tutto il mondo nella lotta per salvare il nostro pianeta».

Fondata da Yvon Chouinard nel 1973, Patagonia ha sede a Ventura, in California. Certificata come B-Corporation, l'azienda è riconosciuta a livello internazionale per l'impegno e l'attivismo ambientalista: a oggi ha devoluto più di 110 milioni di dollari in sovvenzioni e donazioni di vario genere a gruppi che si battono per la tutela dell'ambiente.

c.me.
stats