nomine

Due donne al timone di Courrèges: allo stile arriva Yolanda Zobel

A un mese di distanza dalla nomina della nuova chief executive officer Christina Ahlers, Courrèges piazza un'altra donna alla guida, questa volta creativa, della griffe. Si tratta di Yolanda Zobel, con trascorsi in brand come Jil Sander, Giorgio Armani e Acne Studios.

 

La stilista - cresciuta in Germania, dove ha studiato moda a Berlino - prende il posto del duo Sébastien Meyer e Arnaud Vaillant, che hanno prestato servizio nella fashion house francese per due anni, uscendo di scena lo scorso luglio.

 

Zobel assumerà il nuovo incarico il prossimo 26 febbraio e presenterà i frutti del suo lavoro a settembre, quando debutterà alla fashion week di Parigi con la collezione per la primavera-estate 2019.

 

«Siamo convinti - hanno dichiarato Jacques Bungert e Frédéric Torloting, attuali proprietari del brand - che sarà in grado di cogliere l'essenza di Courrèges, pur rimanendo fedele a se stessa».

 

Il marchio è nato nel 1963 su iniziativa di André Courrèges - ingegnere civile e pilota di aerei durante la seconda guerra mondiale, ma anche esperto di moda grazie all'esperienza presso Cristobal Balenciaga nel dopoguerra - e della moglie Coqueline Barrière.

 

Dopo diverse vicissitudini societarie - che hanno visto il fondatore dapprima cedere la maggioranza alla giapponese Itokin e successivamente riprenderne le redini -, nel 2011 la casa di moda è passata a Bungert e Torloting, ex Young & Rubicam.

 

Nel 2015, un anno prima della scomparsa di André Courrèges, la holding della famiglia Pinault, Artemis, ha rilevato una quota di minoranza.

 

stats