nomine

Giorgio Grati: allo stile arrivano Fontanesi e Feraboli

Giorgio Grati cambia marcia e con la primavera-estate 2017 alla direzione creativa chiama il duo stilistico Alessandro Fontanesi ed Enrico Maria Feraboli. Obiettivo: rispondere alle esigenze del mercato globale con un'immagine più contemporanea e internazionale, nel solco del proprio heritage.
 

Al traguardo dei 45 anni di attività, l'azienda di Camerano (Ancona) rilancia il marchio puntando su una creatività allineata alle esigenze di una consumatrice evoluta, dal gusto consapevole e cosmopolita, senza abdicare a una produzione made in Italy e all'eccellenza manifatturiera.
 

Un compito affidato ai creativi Fontanesi e Feraboli, che in primis hanno rivisto l'architettura dell'offerta, aggiungendo alle main line Giorgio Grati White Label e Giorgio Grati Black Label la nuova Grati Relaxed Luxury, «la frangia più innovativa del brand - spiegano a fashionmagazine.it gli stilisti - con capi ricercati, in linea con il dna del brand, ma dal gusto più easy e quotidiano».
 

Punta di diamante di Giorgio Relaxed Luxury sono i quattro capi iconici della serie "Grati Great", come gli imbottiti in knitwear e la maglia in seta-cashmere solcata dall'immagine di un gabbiano, realizzati con macchine Shima Seiki di ultima generazione, acquistate recentemente dall'azienda per ottenere lavorazioni ed effetti più esclusivi.
 

Fil rouge del vasto assortimento resta la produzione a filiera corta, made in Marche, delle collezioni, che da sempre scommettono su alta qualità e savoir faire artigianale, filtrate ora da un nuovo logo più minimal e pronte a un upgrading distributivo.
 

Il marchio, commercializzato in un network di circa 200 multibrand, si prepara infatti a implementare il canale retail con un nuovo programma di aperture, che andranno ad aggiungersi ai negozi monomarca attivi a Milano (in via Manzoni 16a) e a Mosca, all'interno del Gum.

 

stats