nomine

Maje: con Isabelle Guichot (ex Balenciaga) punta in alto

A quasi un anno di distanza dall'addio a Balenciaga, dove per nove anni ha ricoperto il ruolo di ceo, Isabelle Guichot è stata arruolata alla guida di Maje, brand del gruppo francese Smcp, a capo anche di Sandro e Claudie Pierlot. La top executive prende il posto di Sylvie Colin, al timone del marchio negli ultimi tre anni.

 

Con la nomina di una manager di spicco come la Guichot, Maje punta a crescere sui mercati internazionali, portando «lo chic parigino in tutto il mondo», come ha dichiarato a wwd.com il ceo di Smcp, Daniel Lalonde. Attualmente le vendite in Francia rappresentano il 46% del fatturato globale.

 

La Guichot porta una lunga esperienza nel settore luxury: prima di approdare da Balenciaga - dove nell'ottobre 2016 è stata sostituita da Cédric Charbit - ha rivestito il ruolo di presidente e ceo di Sergio Rossi (ai tempi controllata da Gucci Group) e tra il 2003 e il 2005 ha occupato i vertici di Lancel, label del gruppo Richemont, che prima ancora (tra il 1999 e il 2005) l'aveva voluta presidente e ceo di Van Cleef & Arpels, dopo averle affidato (dal 1995 al 1999) la direzione generale di Cartier.

 

Smpc, recentemente acquisito dalla cinese Shandong Ruyi, sta conoscendo una rapida espansione negli ultimi anni, culminata nel 2016 in un fatturato di 786 milioni di euro, in crescita del 16%.

 

Maje, che lo scorso marzo ha rinforzato il suo network italiano di monomarca con un negozio a Milano, è stata fondata nel 1998 da Judith Milgrom. La stilista è sorella di Evelyne Chetrite, artefice di Sandro.

 

stats