nomine

Olivier Lapidus nuovo direttore creativo di Lanvin

Prima era solo un rumour, ora è una certezza: il 59enne Olivier Lapidus è il nuovo direttore creativo di Lanvin. Lo stilista, figlio d'arte (il padre era Ted Lapidus), prende il posto di Bouchra Jarrar, che ha lasciato i vertici stilistici della maison la settimana scorsa.

 

La svolta arriva a distanza di soli 16 mesi (e due collezioni) dall'insediamento di Jarrar, che a sua volta aveva avuto il difficile compito di sostituire Alber Elbaz, saldamente in capo allo stile Lanvin per 14 anni, fino a ottobre 2015.

 

A Lapidus toccherà rimettere mano all'immagine di una griffe blasonata - fondata nel 1889 da Jeanne Lanvin e dal 2001 controllata dalla magnate cinese dei media Shaw-Lan Wang - il cui smalto è stato compromesso da ricavi in caduta libera: lo scorso anno il fatturato è diminuito del 23% a 162 milioni di euro (nel 2012 aveva toccato un massimo storico di 235 milioni) e, secondo Reuters, il 2017 potrebbe chiudere con 27 milioni di perdite.

 

Olivier Lapidus - in gara per accaparrarsi questa prestigiosa poltrona insieme a Christelle Kocher - si è fatto notare dagli addetti ai lavori per aver lanciato recentemente Creation Olivier Lapidus, una web-based couture house, con sfilate di alta moda visibili solo online e capi acquistabili con la formula del see-now-buy-now.

 

Lo stilista vanta trascorsi da Balmain Homme, dove ha lavorato tra il 1985 e il 1986, prima di approdare alla guida creativa di Maison Lapidus, fondata dal padre (famoso a partire dagli Sessanta, anche per aver disegnato i look per i Beatles) e chiusa nel 2000.

 

Successivamente Olivier Lapidus ha collaborato per diverse capsule collection e, nel 2013, ha disegnato gli interni dell'Hotel Félicien a Parigi.

 

La sua prima prova come direttore creativo di Lanvin sarà alla fashion week francese, con la collezione per la primavera-estate 2018 (nella foto, un ritratto di Lapidus tratto dal suo profilo Linkedin).

 

stats