nomine

Pucci: per il dopo-Giorgetti arruola Josephus Thimister come consulente

Dopo l'uscita di scena a sorpresa di Massimo Giorgetti, sulla poltrona di direttore creativo da due anni, Pucci è alla ricerca di un suo sostituto. Intanto, in vista della sfilata di settembre, arruola un designer di esperienza come Josephus Thimister, in passato ai vertici stilistici di Balenciaga.

 

Il compito di Thimister - 54 anni, belga di origine - sarà quello di traghettare la griffe toscana verso una nuova fase, in attesa della nomina di un creative director.

 

Già operativo negli uffici milanesi del marchio - che ha recentemente trasferito gli headquarters, non senza polemiche, dalla sede storica di Palazzo Pucci a Firenze a Milano -, Thimister ha dichiarato di essere stato chiamato in veste di consulente: «Fornisco dei consigli e do una mano a livello generale - ha riferito -. Mi hanno ingaggiato per un periodo di sei mesi».

 

Nel brand di Lvmh porta una lunga esperienza maturata nel lusso: dopo gli anni di formazione all'Accademia delle Belle Arti di Anversa, è stato al timone stilistico di Balenciaga dal 1990 al 1997, prima di fondare il proprio brand di prêt-à-porter e haute couture (l'ultima sfilata è stata nel 2010) e di occuparsi della collezione di calzature Charles Jourdan. (nella foto, la sfilata Pucci per il prossimo autunno-inverno).

 

stats