nomine

Reed Krakoff diventa chief artistic officer di Tiffany & Co.

Si rafforza la collaborazione, iniziata nel 2016, fra Tiffany & Co. e Reed Krakoff, che dal primo febbraio assumerà il ruolo, istituito ex novo, di chief artistic officer del brand del lusso.

 

Dopo un periodo di rodaggio di circa sette mesi, in cui Krakoff si è occupato di traghettare il marchio verso un'ottica sempre più lifestyle, con le nuove collezioni gift, home e accessori, per il designer arriva la promozione: assumendo il nuovo incarico supervisionerà l'immagine di Tiffany & Co. a tutto tondo, dal prodotto fino agli store, alla presenza online e al marketing.

 

Frederic Cumenal, ceo della casa di moda - famosa per i gioielli ma in fase di profonda trasformazione, in un'ottica di ammodernamento e conquista di target diversi da quelli abituali - ha sottolineato come il patrimonio di esperienza e creatività di Krakoff, «dotato di un talento straordinario e della capacità di comprendere il nostro dna», sia un asset fondamentale per il futuro.

 

Nato nel 1964, Reed Krakoff (che si è detto «onorato di far parte della storia e dell'heritage di Tiffany») è noto per il lungo sodalizio con Coach, di cui è stato presidente e direttore creativo per quasi 17 anni. Una volta uscito dall'azienda nel 2013 ha fondato il proprio marchio, che però a inizio 2015 è stato congelato.

 

Contestualmente alla sua nomina si è dimessa Francesca Amfitheatrof, design director di Tiffany & Co. dal 2013. 

 

stats