Si valutano nuove operazioni

Scabbia Guerrini (Vf): «Digitale e sostenibilità pilastri della trasformazione aziendale»

«I consumatori, soprattutto giovani, chiedono a gran voce innovazione, design e sostenibilità e su queste tre leve dialoghiamo con loro quotidianamente»: così Martino Scabbia Guerrini, executive vp e group president di Vf in Emea, nel suo intervento all’Annual Fashion Talk organizzato dall’Area Studi di Mediobanca.  

Nei mesi della pandemia il gruppo, cui fanno capo marchi come NapapijriThe North FaceDickiesVans e la recente new entry Supreme, non ha rallentato gli investimenti, completando un’acquisizione importante e c’è spazio per crescere ancora, ha annunciato l’executive. 

«L’anno passato ha rappresentato per VF un acceleratore di cambiamento, da un lato quello digitale, dall’altro quello imprescindibile della sempre maggior attenzione alla sostenibilità e responsabilità sociale. Abbiamo accelerato il nostro percorso di trasformazione senza aver paura di cambiare e continuando a investire in innovazione, tecnologia e nei nostri marchi» ha proseguito Scabbia Guerrini.

Scelte che stanno dando risultati concreti: «Siamo fiduciosi sui risultati del prossimo trimestre, dopo che anche i numeri degli ultimi due trimestri sono stati superiori alle nostre aspettative», ha sottolineato il manager, che non ha escluso nuove operazioni, sempre nel solco delle due direttrici, digitalizzazione e sostenibilità. «Abbiamo sempre detto che saremo attivi nella gestione del portafoglio dei brand, anche se adesso il sistema moda è in stand by», ha dichiarato.

Il gruppo, che prevede di chiudere l’anno con 10,5 miliardi di dollari di ricavi, ha reagito al lockdown e alla chiusura forzata dei negozi in diversi Paesi, con una visione strategica. 

«In piena pandemia – ha puntualizzato Scabbia Guerrini - abbiamo inaugurato uno store di nuova generazione nel cuore di Milano, che rappresenta la massima evoluzione del fare retail. Un punto vendita che ha messo in primo piano aspetti come esperienza fisica e digitale integrate, collezioni esclusive, attenzione all’accoglienza del cliente, soluzioni di acquisto omnicanale e pagamenti wireless in ogni area del negozio».

Accanto al digital le tematiche Esg sono per VF una chiave strategica: «Nuovi modelli di business circolari, impegno sul fronte climatico attraverso l’utilizzo di energie rinnovabili e materiali sostenibili, trasparenza della catena di fornitura, impegno sociale nella comunità in cui operiamo, condizioni di lavoro eque e paritarie, sono fra i pilastri del nostro approccio alla responsabilità ambientale e sociale, sfruttando la dimensione del gruppo come esempio virtuoso per l’intero settore», ha concluso Scabbia Guerrini.

All’executive vp e group president di Vf in Emea riporterà Jan Van Mossevelde, di cui è stata annunciata oggi, 18 febbraio, la nomina a global brand president del marchio Icebeaker. Il manager, in precedenza vp e general manager della label per l’area Emea, opererà dalla sede della label ad Auckland, in Nuova Zelanda.

c.me.
stats