Nuova brand image dall’autunno-inverno 22/23

Gautier (Triumph): «Più innovazione per rappresentare ogni donna»

A partire dall'autunno/inverno 2022 Triumph cambia immagine: più fresca, innovativa e soprattutto più empatica. È su questi valori, infatti, che si basa la nuova filosofia del marchio e che guiderà tutte le attività aziendali, a cominciare dalla nuova campagna di comunicazione che non sarà dedicata a un singolo prodotto ma a tutte le donne, alla loro unicità e individualità.

Un progetto di sensibilizzazione e inclusività all'insegna della Body positivity che si inserisce nel più ampio impegno dell'azienda sul tema del female empowerment. Argomento centrale e trainante dell'iniziativa è #ItsPersonal, hashtag ufficiale della campagna globale, che in Italia si concretizza con il lancio della linea di intimo Flex Smart, concepita per assecondare i movimenti del corpo, e l’utilizzo di una nuova ambassador, la cantautrice Annalisa.

«Abbiamo investito molto – racconta Paul Gautier, global head of brands di Triumph - nella nostra linea di intimo Smart: prodotti che si adattano in modo intelligente, fornendo un livello di vestibilità e supporto personale per ognuno. Questo è quello che si attende da noi la nostra clientela. Vogliamo che le nostre clienti guardino al brand e alle nostre campagne sentendosi rappresentate, indipendentemente da background, taglie, forma, età o etnia. L’immagine tradizionale di lingerie "glamour", quello che per secoli ha giocato nell’immaginario collettivo maschile, non riguarda né Triumph né le nostre clienti».  

Con questo approccio il marchio mira a conquistare nuove consumatrici e rinsaldare il legame con quelle esistenti, rafforzandosi all’interno di un mercato, quello della lingerie, che secondo le stime degli analisti è in forte crescita: a livello globale chiuderà il 2022 a quota 28,6 miliardi, con previsioni di raggiungere entro il 2028 quota 48 miliardi di dollari.

La nuova brand image sarà infatti anche l’occasione per rinnovare e potenziare il canale e-commerce, sempre più centrale per l’azienda, con nuovi servizi ed esperienza virtuali (come la funzionalità MySize basata su intelligenza artificiale). Anche i negozi fisici saranno ripensati per trasmettere più emozioni e coinvolgimento.

«Adottiamo un approccio integrato e omnichannel su tutto ciò che facciamo e, naturalmente, i nostri negozi sono complementari alla nostra nuova identità visiva. Abbiamo 33 store in Italia (16 di proprietà, 12 outlet e cinque in franchising). Dopo lo store in Piazza Cordusio a Milano, continueremo a promuovere il nuovo concept in tutti gli altri, seguendo il timing necessario per attuare questo processo», ha aggiunto Gautier, che in precedenza ha lavorato per brand di sportwear come North Sails e Puma.

Forse proprio l’esperienza in aziende dove la performance del prodotto rientra nelle priorità strategiche ha spinto il manager a vedere nell’innovazione una leva di crescita per il brand Triumph. «Come molti settori - conclude Gautier - stiamo affrontando sfide in un mondo post-pandemia, ma siamo fiduciosi, in particolare perché le nostre innovazioni di prodotto stanno ottenendo buoni risultati tra le nostre consumatrici italiane.  Stiamo riscontrando risultati positivi di vendita in particolare nella categoria Smart lingerie: ad esempio, in occasione del lancio della nuova Shape Smart, questa linea è andata sold out in pochi giorni».

an.bi.
stats