Nuova licenza nel kidswear

Two Brothers sigla un accordo con Australian

Two Brothers - azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di abbigliamento junior sotto la guida di Vincenzo Totaro e Serena Fiume (nella foto), continua a mettere a segno accordi di licenza: l’ultimo in ordine di tempo è quello con il brand Australian - che si aggiunge a quelle di Gaudì, Bikkembergs, I Piccoli GiosBrun e Le Gemelline Feleppa - per la produzione e distribuzione della linea kidswear da 2 a 16 anni.

La licenza partirà con la collezione autunno-inverno 2020/2021, che verrà presentata in anteprima a gennaio a Firenze in occasione di Pitti Bimbo. Non solo. La rassegna sarà anche l’occasione per ufficializzare la liaison con Bikkembergs.

«Per il 2020 prevediamo un giro d’affari di 5 milioni di euro - afferma Vincenzo Totaro, direttore esecutivo di Two Brothers, azienda lanciata appena due anni fa - con una distribuzione che arriverà a oltre 350 clienti, di cui il 70% Italia e il 30% dai mercati esteri e una produzione di oltre 300mila capi».

«Australian rappresenta un brand interessante per la moda italiana, con un heritage importante e uno stile innovativo -  prosegue - . Siamo certi di poter creare collezioni junior dal dna definito e dalla connotazione sportswear, elementi che oggi sono sempre più importanti in un mercato fashion in continua evoluzione».

I capi nati da questa unione avranno una connotazione fresca e trendy, ispirata alla filosofia Australian, che da sempre unisce sportswear, funzionalità e tendenza.

«Two Brothers è la realtà che ha saputo maggiormente interpretare il nostro mood, figlio di una storia che nasce nel 1956 e che si proietta in un futuro in continua evoluzione - commenta Lorenzo Maioli, a.d di Australian, brand che fa capo a L’Alpina Maglierie Sportive -. Stile, qualità e posizionamento nel mercato sono i cardini di un progetto che, sono certo, ci permetterà di avere grandi soddifazioni da questa partnership».

a.s.
stats