NUOVA PUNTATA DELLA QUERELLE

Adidas scioglie il silenzio: l’intesa con Ye è “sotto revisione”

All’indomani della sfilata YZYSZN9, organizzata a sorpresa da Kanye West nel finale della fashion week parigina con polemiche al seguito, si fa sentire la voce di Adidas, che dopo aver incassato le ripetute e pesanti accuse di Ye nei mesi scorsi dice la sua sulla partnership con il rapper e stilista per la linea Yeezy (nella foto, un modello della collezione).

In una mail inviata a BoF un responsabile del colosso dell’active afferma che, «dopo ripetuti sforzi per risolvere privatamente la situazione, abbiamo preso la decisone di mettere l’intesa sotto revisione».

Il termine naturale del deal sarebbe il 2026, ma ormai le due parti sono ai ferri corti. Certo, come fa notare il sito americano la risoluzione anticipata del contratto non sarebbe indolore per Adidas, calcolando che le vendite delle sneaker Yeezy nel 2021 sono aumentate del 31%, raggiungendo gli 1,7 miliardi di dollari, ossia il 7% dei ricavi complessivi del brand.

Dopo essersi sentito escluso, ferito e preso in giro dal gruppo, Ye aveva usato Instagram per sfogarsi pesantemente e attaccare la dirigenza di Adidas, salvo poi cancellare i post. In uno aveva dichiarato che la società gli aveva offerto una buonuscita da 1 miliardo di dollari, parole mai confermate dall’azienda.

Anche ora si dice che la risposta alla dichiarazione di Adidas sia arrivata, sempre via Instagram: «I am Adidas. Adidas stole my designs». Ma sul social non c’è più traccia di questa esternazione.

Quanto all’intesa con Gap, cominciata nel 2020, è stata terminata anzitempo: le proposte firmate Yeezy Gap saranno infatti in vendita fino ai primi mesi del 2023, poi calerà il sipario.

a.b.
stats