Nuovi opening per Old Navy e Athleta

Gap prevede di tornare a crescere già nel 2021

Gap Inc., società quotata sul Nyse che controlla i marchi Old Navy, Gap, Banana Republic e Athleta, ha pubblicato i risultati del quarto trimestre e dell’intero esercizio 2020 tewrminato il 31 gennaio 021.

La società, che è una delle maggiori aziende americane di abbigliamento, ha totalizzato 4,42 miliardi di ricavi trimestrali, in calo del 5% a causa delle chiusure degli store e degli impatti della pandemia. La cifra risulta sotto le stime degli analisti che si aspettavano in media 4,66 miliardi (dati IBES da Refinitiv).

Su base comparabile le vendite sono rimaste sui livelli di un anno prima, includendo il +49% dell’e-commerce. Su base annuale le vendite online sono aumentate del 54% a 6 miliardi di dollari, raggiungendo così il 45% del giro d’affari totale (era il 25% nel 2019).

Nel quarter l’utile operativo si è attestato a 134 milioni di dollari, dal precedente rosso di 245 milioni e l’utile netto è stato di 234 milioni dalla perdita di 184 milioni dell’analogo periodo del precedente bilancio.

Queste performance non bastano a riportare in territorio positivo il risultato del fiscal year: 665 milioni la perdita annuale che accusa Gap, dal precedente utile di 351 milioni, dopo il rosso dell’ebit di 862 milioni (da +574 milioni). I ricavi dell’esercizio sono passati da 16,4 a 13,8 miliardi di dollari (-18,8%).

 

Per il nuovo fiscal year l’azienda prevede una crescita dei ricavi tra il 5% e il 10% rispetto al 2020, assumendo che l’impatto del Covid persista per tutta la prima metà di quest’anno e che si ritorni a livelli di vendite pre-pandemia nella seconda parte del 2021.

L’operating margin annuale è previsto al 5%, nell’ambito del Power Plan 2023 della società che ha come obiettivo il 10% per la fine del 2023.

Le giacenze di magazzino sono previste in aumento fino alla fine del primo semestre in più sono ipotizzate spese annuali in conto capitale di 800 milioni di dollari, destinate principalmente ai digital, loyalty e supply chain, in parallelo con investimenti nel retail per i marchi Old Navy e Athleta.

In particolare, sono previste tra le 30 e le 40 aperture per Old Navy e 20-30 nuovi store Athleta, a fronte della chiusura di un centinaio di negozi 100 Gap e Banana Republic, 75 dei quali in Nord America.

Pochi giorni fa anche un altro gruppo americano, Abercrombie, ha dato segnali di miglioramento contenendo il calo degli utili dell’ultimo quarter all’1% a 82,39 milioni di dollari. Le vendite del trimestre sono diminuite del 5% a 1,12 miliardi di dollari.  

e.f.
stats