nuovi progetti

Farfetch lancia un acceleratore di startup

L'obiettivo di quotarsi in Borsa nel secondo semestre del 2018, non impedisce a Farfetch di portare avanti nuovi progetti. L'ultimo della serie è il lancio di un nuovo acceleratore tecnologico battezzato Dream Assembly.

 

A partire da oggi, 20 aprile, l'azienda, nata come piattaforma digitale per boutique multimarca, inizierà a raccogliere le domande di iscrizione da parte delle startup tecnologiche che vorranno unirsi al programma di 12 settimane.

 

Agli startupper che arriveranno nella sede di Lisbona del gruppo verranno offerti consulenza, opportunità di networking e accesso ai finanziamenti della fase iniziale.

 

Partner di questa iniziativa saranno Burberry e la società di venture capital 500 Startups, pronte a collaborare con Farfetch sul programma inaugurale, che dovrebbe prendere il via a settembre.

 

L'intenzione di Farfetch è quella di organizzare il Dream Assembly due volte l'anno, con incontri previsti non solo nella sede portoghese della società di e-commerce, ma anche a Londra da Burberry e a San Francisco, dove si trovano gli headquarters di 500 Startups.

 

Farfetch investirà 30mila euro in ciascuna startup che parteciperà all'evento, con la maggior parte delle spese e dell'alloggio a carico dei partecipanti. A ogni ciclo di 12 settimane potranno partecipare fino a 10 startup.

 

Il programma è rivolto a giovani realtà focalizzate sul commercio e, dato il know how luxury di Farfetch, è probabile che molti candidati operino nel settore della moda di lusso.

 

«Quando abbiamo lanciato la società 10 anni fa - sottolinea Josè Neves, fondatore e ceo di Farfetch - noi stessi eravamo una piccola startup. Allora avevamo bisogno visibilità presso boutique, marchi e clienti per far conoscere il nostro servizio e avrei avuto bisogno eccome di un supporto tecnologico e di mentoring. Questo è proprio ciò che offrirà Dream Assembly, sostenendo i migliori imprenditori nel passare al livello successivo».

 

 

stats