Nuovo format per la moda

A Torino il fashion è immersivo con Hoas-History Of A Style

Per quattro giorni Torino sarà un polo del fashion grazie a Hoas-History Of A Style. Una vetrina per le collezioni e teatro di incontri ed eventi con quattro protagonisti del fashion design: Eleventy, Bagutta, Tom Rebl e Carlo Pignatelli sono i marchi protagonisti, che si racconteranno con percorsi sviluppati in ambientazioni digitali, virtuali e sartoriali.

Il nuovo format di Hoas è nato dall’incontro tra Domenico Barbano, imprenditore e creatore del brand Urbanart, e Benny D’Emilio, titolare dell’agenzia Freestudio. La direzione artistica è invece affidata a Alex Pacifico della Alex Pacifico Management, che ha previsto una regia live in realtà virtuale, per fare assistere alle sfilate in diretta via Facebook o Youtube.

Tecnologia e intrattenimento sono i punti cardine dell’iniziativa, che si concentra negli spazi delle Officine Grandi Riparazioni. Gli stilisti, per esempio, faranno entrare gli ospiti nel loro mondo grazie a un percorso immersivo sviluppato su tre stanze: la room sensoriale, dotata di sei maxi schermi, di cui uno supportato con la realtà aumentata; la room photo gallery, dove si ripercorreranno con alcuni scatti la storia dei brand; la room sartoriale, nella quale saranno esposte alcune creazioni degli stilisti.

Durante l’evento non mancheranno appuntamenti e party, con la partecipazione attesa di celebrity come Simona Ventura, Christina Chiabotto, Elena Barolo e Roberto Farnesi.

Inoltre ci sarà spazio anche per 12 stilisti emergenti piemontesi, che potranno esporre le loro creazioni e confrontarsi con oltre 100 talenti del terzo e quarto anno degli istituti Zerboni e Bodoni Paravia (nella foto, da sinistra: Tommaso Zorzi, Marco Baldassari (ceo di Eleventy), Domenico Barbano (Hoas), Tom Rebl (Tom Rebl), Alex Pacifico (Alex Pacifico Management), Benny D'Emilio (Hoas), Antonio Gavazzeni (Bagutta) e Francesco Pignatelli (Carlo Pignatelli).

c.bo.
stats