Nuovo logo e focus sul wholesale

Mauro Ravizza Krieger (Jeckerson): «Ripartiamo dal made in Italy e dalla donna»

Un nuovo direttore creativo, Mauro Ravizza Krieger, un nuovo logo, un cambio di vestibilità e un nuovo progetto donna. Nella collezione FW23/24 presentata a Pitti Uomo Mittel riesce a concentrare una serie di novità intorno al marchio Jeckerson, rilevato nel settembre 2021, gettando le basi di una strategia di rilancio.

 

Il cambio stilistico alla guida della griffe resta la novità principale del brand di pantaloni fondato nel 1995 dai fratelli Alessandro e Carlo Chionna: dopo l'ingresso della investment bank è stato richiamato Ravizza Krieger, che in passato aveva già ricoperto questo ruolo.

 

«Negli ultimi mesi abbiamo lavorato a un rebranding profondo, con l’obiettivo di presentare una Jeckerson estremamente contemporanea, ma che non tradisce il suo storico Dna», ha raccontato a fashionagazine.it Ravizza Krieger, presente nello stand del Padiglione Centrale, che rappresenta l'evoluzione del brand.

 

«La nuova immagine ha colpito i tanti buyer italiani e distributori stranieri che sono passati di qui durante la manifestazione - fa il punto lo stilista -. La reazione è incoraggiante: l’interesse verso il prodotto c’è ed è forte. I nostri plus sono la produzione 100% made in Italy e l’attenzione alla sostenibilità, senza però farne un’etichetta di marketing. Anche l’impegno nello sviluppo di nuove vestibilità è stata apprezzata, così come la voglia di metterci alla prova con la collezione donna, che è la vera sfida di questo rilancio».

 

La strategia distributiva è focalizzata principalmente sul wholesale. La base su cui partire è la rete di 450 negozi multimarca, principalmente collocati in Italia, su cui il brand dei pantaloni con la toppa può attualmente contare.  «Quello che ci sta più a cuore in questo momento - sottolinea Ravizza Kriger - è compiere un upgrading della distribuzione: il contenuto creativo e qualitativo delle nuove collezioni è tale da poterci posizionare nei migliori negozi multimarca di Italia ed Europa».

 

A livello di prodotto, la sperimentazione di una nuova cartella colori e lo studio di vestibilità che vanno oltre quella skinny sono gli asset su cui il brand punta per conquistare una clientela nuova ed evoluta, con una componente femminile importante.

 

«Subito dopo la partecipazione a Pitti Uomo – conclude Ravizza Krieger – partiremo con la campagna vendita nella nostra showroom di via Spiga a Milano. I piani prevedono successivamente l’inaugurazione di Casa Jeckerson in via Bandello, nel secondo semestre, dove concentreremo tutte le attività del brand. Si prospetta un periodo di attività intensa, con l’obiettivo di portare nel giro di due stagioni il fatturato a raggiungere quota 12 milioni di euro, dagli attuali 8 milioni».

an.bi.
stats