Obiettivo Stati Uniti

Il player dell’eyewear Warby Parker inizia la marcia verso la Borsa

Il marchio newyorkese di eyewear Warby Parker ha presentato in via confidenziale una richiesta di quotazione in Borsa negli Stati Uniti. Lo ha dichiarato ieri, 22 giugno, il brand stesso, che cavalca il boom del commercio online.

La label, che è stata valutata 3 miliardi di dollari dopo un round di finanziamento nel 2020, sta cercando di attirare investitori, in un momento in cui il mercato azionario registra un interesse record per i nuovi listing.

Noto per i suoi occhiali fashion, Warby Parker è stata fondata nel 2010 da quattro compagni di classe della Wharton School dell'Università della Pennsylvania.

L'azienda, che vende occhiali da vista a partire da 95 dollari, ha anche una presenza fisica in diversi mercati negli Stati Uniti e in Canada.

Nato con l’e-commerce Warby Parker ha scommesso anche sul real estate, a partire dall’apertura del suo primo negozio fisico nel 2013, nonostante la pandemia abbia accelerato il passaggio dai punti vendita offline a quelli online.

L'azienda ha raccolto 245 milioni di dollari in un round di finanziamento l'anno scorso ed è sulla buona strada per aprire 35 nuovi punti vendita quest'anno, come hanno dichiarato il mese scorso al Wall Street Journal i suoi co-amministratori delegati Neil Blumenthal e Dave Gilboa.

Warby Parker, che non ha fornito alcuna indicazione sulla dimensione della sua proposta di di quotazione, annovera tra i suoi sostenitori Tiger Global ManagementGeneral CatalystBaillie Gifford e D1 Capital Partners.

Le aziende spesso presentano richiesta di quotazione in via confidenziale per proteggere per un periodo più lungo dai loro rivali le informazioni sulla loro forza finanziaria.

c.me.
stats