Gli Haas mantengono il controllo

Levi Strauss: +30% all’avvio degli scambi a Wall Street

Nyse

Levi Strauss festeggia il ritorno in Borsa, dopo oltre 30 anni di assenza, con un rialzo del 30% all’avvio delle negoziazioni sul New York Stock Exchange.

Le azioni hanno aperto a 22,22 dollari, mentre il prezzo di collocamento della storica azienda americana del jeanswear era fissato a 17 dollari, oltre la parte alta della forchetta di prezzo iniziale (14-16 dollari).

Come anticipato da fashionmagazine.it lo scorso 11 marzo, sul mercato vanno 36,7 milioni di azioni del produttore di jeans Levi’s, che avranno il simbolo LEVI. 9,5 milioni di titoli sono ceduti dall’azienda e il resto da investitori privati.

Il gruppo fondato a San Francisco nel 1853 - che si era già quotato nel 1971, per poi tornare privato nel 1985 - viene valorizzato 6,5 miliardi di dollari, sulla base del prezzo di collocamento, poco sopra i ricavi del fiscal year 2018, pari a 5,6 miliardi di dollari, e 9,8 volte l’ebitda adjusted di 663 milioni.

Il ricavato dell’Ipo sarà utilizzato per «general corporate purposes», inclusa la copertura di costi operativi. Parte del capitale potrebbe essere destinato ad acquisizioni e a investimenti strategici.

La famiglia Haas, che discende dal fondatore Levi Strauss, cederà una piccola parte delle proprie quote ma continuerà a controllare la società. Nel 1985 decise per il delisting, acquistando le azioni sul mercato per una cifra complessiva di 1,6 miliardi di dollari.

Il listing arriva in un momento interlocutorio per il mercato del denim. Come emerge da cnbc.com, i consumatori ora sono più orientati all’athleisure, ma in base alle previsioni della società di ricerche Npd, nel 2019 si dovrebbe assistere a una rinascita del jeans donna.

Levi Strauss stima che l'incremento dei ricavi dovrebbe essere trainato proprio dai jeans femminili (la maggior parte dei suoi ricavi riguarda le linee uomo), oltre che dall’online e dalla Cina (nella foto, la cerimonia di apertura Opening Bell, con al centro il ceo Chip Bergh).

e.f.
stats