omnicanalità

Elena Mirò si allea con Privalia e lancia il primo digital pop-up

Un'esperienza liquida che fluisce dall'offline all'online e viceversa: Miroglio Fashion esplora le nuove frontiere della seamless shopping experience e apre un pop-up nel flagship Elena Mirò di piazza della Scala in tandem con Privalia. Hans Hoegstedt: «Con l'iniziativa ci aspettiamo 3-4mila ingressi in store».

 

Il brand curvywear e l'outlet online (dal 2016 nell'orbita dal gruppo vente-privee) condividono le loro competenze per abbattere gli steccati tra fisico e virtuale e danno il via a quattro giorni di shopping ed entertainment in chiave omnichannel, grazie a una partnership che porta le dinamiche dell'e-commerce nel mondo retail.

 

Dal 23 al 27 maggio le clienti potranno vivere una shopping experience in-store interamente digitale: saranno accolte da una shopping assistant dedicata, potranno provare i capi della capsule Elena Mirò creata per la flash sale (circa 150 articoli) e acquistarli anche via iPad, o con i propri device, sul sito Privalia.

 

La consegna potrà essere "click&pick-up", veloce e gratuita direttamente in-store, o "click&deliver", presso il proprio domicilio in tutta Milano lo stesso giorno per gli acquisti effettuati prima delle 15, o il giorno successivo per quelli effettuati nel pomeriggio.

 

Un'esperienza in negozio sul crinale tra offline e online, che sarà arricchita da eventi, animazioni e workshop, raccontate in tempo reale sui canali social di Elena Mirò e Privalia, oltre che da influencer coinvolte nel progetto, al fine di alimentare l'engagement.

 

La formula scelta per il negozio di piazza della Scala non è altro che la risposta a quello che desiderano e fanno già oggi le consumatrici, come ha sottolineato Fabio Bonfà, country manager Italia di Privalia e vente-privee: «In questi quattro giorni di partnership - ha aggiunto - daremo vita al negozio del futuro, dove si unisce l'immediatezza dell'online con lo human touch del servizio in negozio, per un'esperienza d'acquisto personalizzata e ancora unica nel panorama italiano».

 

Dopo i quattro giorni da protagonista nel flagship di piazza della Scala, con la possibilità aggiuntiva (rispetto al canale online) di provare i capi e assicurarsi una consegna immediata oppure a domicilio, la capsule continuerà a vivere sulla piattaforma di Privalia per altri quattro giorni, fino alla fine della flash sale.

 

Martino Boselli, brand director di Elena Mirò, parla di un innovativo approccio olistico: «Attraverso questa iniziativa potremo offrire alle nostre clienti un'esperienza totale, on e offline, a 360 gradi e senza confini. A testimonianza che la nostra strategia omnicanale sta funzionando, ad aprile siamo stati premiati da Facebook con Instapodio, per la campagna che più si è distinta per impatto sulle vendite, novità, utilizzo creativo dei formati della piattaforma».

 

L'iniziativa si inserisce nel quadro più ampio dei progetti messi in cantiere da Miroglio Fashion per il potenziamento dell'innovazione al servizio del retail, con una spinta in chiave high-tech: «Il digitale, l'e-commerce e le attività di customer relationship management rivestono un'importanza fondamentale nel percorso strategico di Miroglio Fashion - ha dichiarato il ceo Hans Hoegstedt -. Nel 2017 la nostra azienda ha realizzato importanti investimenti per il miglioramento dei punti vendita, come il progetto "300 in 300", implementato cinque nuovi siti di e-commerce, rafforzato la presenza social e la visibilità online, approfondendo con successo anche il canale marketplace. Questo ultimo passo conferma che l'omnicanalità è la strada giusta per essere più vicini alla nostra cliente».

 

«Non vogliamo essere dei follower del mercato ma degli innovatori - ha concluso -. E l'esperienza pionieristica messa in atto con Privalia va in questa direzione».

 

Anche per il negozio online di flash sale si tratta di una esperienza innovativa, che segna il debutto nel mondo fisico: Siamo presenti in 14 Paesi - precisa Fabio Bonfà - e l'iniziativa con Elena Mirò è la prima: sia in Italia che in Europa».

 

«Siamo molto contenti che il varo di una strategia così importante sia avvenuto con un partner come Miroglio Fashion - aggiunge -. Quello del digital pop-up è stato un progetto messo a punto in tempi record: solo tre mesi. Ci siamo interfacciati con un'azienda molto dinamica, veloce, flessibile. Un plus difficile da trovare oggi nelle realtà fisiche».

 

 

stats