Online e Far East tra i target

Aeffe in perdita per 21 milioni di euro, -23% i ricavi

Aeffe chiude il 2020 con un risultato negativo di 21,4 milioni di euro, dal precedente utile di 11,7 milioni. L’ebit annuale è passato da 25,1 a -24,6 milioni, dopo che l’ebitda si è ridotto del 91,5% a 4,5 milioni. 

Nell’anno i ricavi dell’azienda - nota per i marchi Alberta Ferretti, Philosophy di Lorenzo Serafini, Moschino e Pollini - hanno accusato una flessione del 23% a 279,6 milioni.

I ricavi della divisione prêt-à-porter hanno subito un decremento del 24,7% rispetto a un anno prima, mentre la divisione calzature e pelletteria ha accusato una contrazione del 16,2%.

Dall’azienda riminese sottolineano nell’anno del Covid sono state messe in atto «efficaci iniziative manageriali a sostegno della solidità economica e finanziaria del business, con

significativi risultati in termini di ottimizzazione dei costi operativi e della gestione del capitale circolante».

Nel 2021 la società quotata sul segmento Star di Borsa Italiana continua a essere focalizzata su «azioni volte alla ulteriore riduzione dei costi fissi, a

salvaguardare in modo efficiente ed efficace l’interesse a lungo termine del business, per affrontare le sfide dell’attuale sviluppo della situazione economica internazionale».

Nel difficile contesto internazionale Aeffe proseguirà inoltre nel potenziamento del business online, della comunicazione digitale e della distribuzione in mercati strategici come il Far East, «con l’obiettivo preminente di catturare la domanda domestica cinese, che rimane uno tra i principali driver di crescita dell’intero settore del lusso».

«Intanto - anticipano - la campagna vendite attualmente in corso (nella foto, un look Moschino FW 2021/2022) sta procedendo con risultati sopra le aspettative e, pertanto, sebbene l’incertezza di questi tempi, siamo certi che il gruppo uscirà rafforzato da questa congiuntura».

In mattinata le azioni Aeffe registrano un calo del 2% a Piazza Affari (+34% la performance a un anno).

 

e.f.
stats