Online sulla piattaforma della maison e su Twitch

Dior: virtuale e reale si incontrano nell’Homme Atelier di Kim Jones

La collezione maschile di Dior per la prossima estate è stata svelata ieri, 8 dicembre, con un video esclusivo trasmesso sulla piattaforma della maison e sullo spazio online di gaming Twitch. Una conferma del desiderio delle griffe del lusso di sperimentare nuovi formati, per aumentare la brand awareness, ingaggiare nuovi consumatori e soprattutto far fronte alle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria.

Un dialogo artistico accattivante tra Kim Jones, direttore artistico della maison per la linea uomo, e Kenny Scharf, pittore surrealista pop, ha approfondito il connubio tra la tradizione di una casa sartoriale e l’innovazione digitale. 

Bulbi, microbi e dischi-caramella, simboli che toccano il bambino che è in noi e raccontano i sogni estraendoli dagli incubi più maturi (dal sesso all’ossessione per la velocità del tempo che scorre): le opere di Kenny Scharf sono tradotte in stampe e ricami nel Dior Homme Atelier.

Un nuovo modo di creare il guardaroba maschile, dove il tailleur oblique, i cappotti sartoriali e le eleganti giacche monopetto drappeggiano il corpo dei modelli, in omaggio alla giacca Bar, per sancire che il New Look ritorna di moda.

Segnando ancora una volta una svolta estetica, dove vige la leggerezza e l’arte di piacere e di piacersi, esorcizzando il periodo passato, fatto di restrizioni, cupezza e gravità.

Un’evoluzione nel contesto odierno, dove la maggiore fonte di ispirazione sono i disegni di Monsieur Dior dedicati al Sol Levante, che in questo caso vengono tradotti dalle eccellenze manufatturiere che collaborano con DiorHomme: la Maison Lemarié, che reiventa i fiori del crisantemo come boutonniers, il modista Stephen Jones, che arricchisce i look con cappelli tamborin in versione tecno- analogico, dove l'analogico indica l'artigianalità, mentre la stampa e la polvere di stelle traducono la magia della tecnologia. 

Infine, la graphic design Yoon Ahn, direttrice creativa di Ambush e disegnatrice dei gioielli di Dior Homme, ha creato monili di giada e lapis espressione di una cultura unisex, che identifica l’accessorio come oggetto di connessione sempre più stretta tra lusso e street style.

Su tutto regna la sensazione preziosa del fatto a mano, in una celebrazione della maestria manuale da cui nasce tutta la storia di Dior.

a.c.
stats