ottenuta l'Uni En Iso 14001

Per Varcotex nuova certificazione ambientale e un bosco a Carpi

Varcotex, azienda carpigiana di etichette, cartellini e accessori per il fashion e il luxury, aggiunge la nuova certificazione ambientale Uni En Iso 14001 a quelle già ottenute, ossia Uni En Iso 9001 per la gestione aziendale, Fsc-Forest Stewardship Council, Grs-Global Recycle Standard e Oeko-Tex classe 1 per i prodotti.

«Questo è un passaggio di cui siamo orgogliosi - commenta il ceo, Paolo Munari (nella foto) -. Ottenere la certificazione per l'implementazione di un sistema di gestione ambientale è più complesso per aziende che producono, come la nostra, rispetto ad altre che commercializzano solamente prodotti simili».

Come fa notare Munari, Varcotex è una realtà verticale integrata, «l'unica in Europa a ciclo produttivo completo per etichette tessute, cartellini, etichette stampate, in pelle e ad alta frequenza».

«Le imprese che non producono - ribadisce - più snelle perché non hanno al proprio interno tutti i passaggi come tessitura, litografia, serigrafia o stampa flexo, pur esibendo la certificazione Uni En Iso 14001 non tutelano veramente i clienti e l'ambiente, perché corrono il rischio di introdurre nella filiera fornitori non adempienti a quei criteri di sostenibilità che intendiamo perseguire sempre. Ciò accade soprattutto se si trovano in Paesi dove è più difficile verificare la legislazione ambientale».

Attiva dal 1982, Varcotex ha messo in campo diversi provvedimenti per essere sostenibile, come il progressivo avvicendamento del parco macchine di tessitura con altre di ultima generazione (più silenziose del 30% e con consumi d'energia ridotti del 20%), la sostituzione della flotta vetture con modelli 100% elettrici e il raggiungimento dell'autonomia energetica, grazie all'adozione del fotovoltaico.

Non solo. Si chiama Varcobosco un progetto che sta molto a cuore a Munari: un parco a Carpi per il quale Varcotex ha acquistato i terreni, impegnandosi a piantare i primi 1.000 alberi, cui ne seguiranno altri.


A cura della redazione
stats