Outlook 2022 a +15%

Cucinelli: il secondo trimestre da record (+46,4%) migliora le previsioni di fine anno

Brunello Cucinelli migliora le stime sui ricavi del 2022 dopo un balzo delle vendite del 46,4% registrato nel secondo trimestre dell’anno, la miglior performance di sempre per il gruppo.

Il brand del lusso specializzato in cashmere prevede per il 2022 un incremento dei ricavi del 15%, rispetto al +12% atteso in precedenza. Confermata, invece, la crescita del 10% atteso nel 2023, mentre il raggiungimento del traguardo di 1 miliardo di euro di fatturato è previsto per il 2024, si legge in una nota.

Nel secondo trimestre i ricavi hanno raggiunto quota 218,3 milioni, contro stime degli analisti per 212 milioni. Nei primi sei mesi dell'anno i ricavi sono cresciuti del 28,3% a cambi costanti a 415,2 milioni.

Il gruppo ha registrato «importantissime crescite» in tutte le aree, Americhe (+52,7%), Asia (+27,2%), Europa (+20,7%) e Italia (+19,7%), che hanno permesso di coprire più che ampiamente gli effetti delle restrizioni applicate al mercato russo e la minor crescita rispetto alle attese del mercato cinese, dovuta ai «condizionamenti correlati alla pandemia».

«L'andamento di questo primo semestre 2022 è stato particolarmente bello, con vendite importanti in termini di quantità e di qualità», ha commentato Brunello Cucinelli, presidente esecutivo e direttore creativo dell’azienda di Solomeo, dicendo di aspettarsi un anno record per il gruppo.

Un outlook che ha spinto l’imprenditore a prevedere per il 2022 «un piccolo dono economico per le nostre umane risorse quale gesto di gratitudine e supporto in un momento caratterizzato da un’inflazione più alta rispetto agli anni precedenti».

an.bi.
stats