PARTNERSHIP TRIENNALE

Bagutta punta al rilancio con Castor Fashion e lo stilista Albino D’Amato

Al via una partnership di consulenza strategica triennale tra Bagutta e Castor, la prima specializzata nella camiceria di alta qualità uomo e donna e la seconda focalizzata su produzione e prototipia per i player del lusso.

Un’operazione che, come si legge in un comunicato, «rientra in un’ottica di made in Italy a supporto del made in Italy».

La realtà di Castellucchio, in provincia di Mantova, è già al lavoro insieme ai vertici di Bagutta - in particolare con Antonio Gavazzeni (nella foto), che condivide con il cugino Andrea la guida della società di Arcore, in Brianza - per un revamping che vede una new entry a livello stilistico: si tratta di Albino D’Amato, già direttore creativo di Vionnet, che nel curriculum annovera collaborazioni con Versace, Dolce&Gabbana, Louis Vuitton, Lanvin, Karl Lagerfeld e Trussardi, oltre a essere artefice del marchio che porta il suo nome. La prima collezione realizzata dal designer vedrà la luce con la primavera-estate 2023.

Angela Picozzi, founder di Castor, definisce Bagutta «una bellissima storia di imprenditoria italiana, che va protetta e valorizzata». «Il nostro impegno - prosegue - è riportare il brand al centro del palcoscenico fashion. In un momento tanto difficile a livello internazionale, crediamo sia doveroso per l’industria nostrana fare sistema e mettere la propria esperienza a disposizione di chi ha reso grande il made in Italy».

«In un contesto mondiale molto difficile - aggiunge Antonio Gavazzeni - bisogna guardare avanti e cogliere le opportunità che i mercati ci offrono». L’imprenditore si dice soddisfatto di un accordo «volto a consolidare e sviluppare il nostro brand in Italia e soprattutto all’estero (tra i mercati sotto la lente spiccano gli Usa, ndr),  mantenendo una forte identità di stile e qualità, che ci contraddistinguono da sempre».

Gavazzeni appartiene alla terza generazione della famiglia fondatrice di Cit, camiceria nata per volere del prozio Vittorio Polli nel 1945, di cui Bagutta (nato invece nel 1975) racchiude il saper fare.

Il riassetto delineato da Castor Fashion per Bagutta prevede anche l’ideazione di un nuovo approccio alla comunicazione, sia online che offline.

Tra i nomi per i quali Castor Fashion segue regolarmente prototipie o produzioni si annoverano il Gruppo Chanel, Giambattista Valli, Thom Browne, Proenza Schouler e Jean Paul Gaultier. Alla realtà mantovana fa inoltre capo la label di proprietà Mantù.

a.b.
stats