Per l'e-tailer sale il prezzo dell'Ipo

Il gran giorno di Farfetch a Wall Street

Il tanto atteso (e sbandierato) appuntamento con la Borsa è finalmente arrivato. Oggi, 21 settembre, Farfetch debutterà al New York Stock Exchange. L'obiettivo di raccolta dell'e-tailer fondato da Josè Neves (nella foto) è ambizioso: 885 milioni di dollari, pari a circa 751 milioni di euro.

Secondo quanto riportato dal Financial Times di oggi, 21 settembre, l'azienda (che debutta sul listino con la denominazione FTCH) è pronta a cedere sul mercato 33,6 milioni di azioni, mentre gli shareholder esistenti sarebbero pronti a vendere 10,6 milioni di azioni, con un prezzo di 20 dollari per azione.

Un prezzo decisamente più alto rispetto alla fascia iniziale di 15-17 dollari.  «Farfetch - spiega il quotidiano britannico -  è cresciuto in fretta negli ultimi dieci anni ma resta in perdita, con un rosso pre-tasse di 68,4 milioni di dollari a fronte di ricavi per 267,5 milioni nel semestre 2018, chiuso il 30 giugno scorso».

Della compagine azionaria di Farfetch fanno parte tra gli altri il colosso dell’e-commerce asiatico Jd.com, l’investment company di Singapore Temasek e Chanel.

Intorno alla quotazione c'è un deciso ottimismo, come ricorda il quotidiano londinese, che tra i fattori positivi cita le performance di tutte le quotate a Wall Street che quest'anno hanno garantito agli investitori guadagni del 29%.

Tra gli aspetti visti con favore anche l’intervento di Jd.com, che attraverso Kadi Group acquisterà azioni in collocamento privato, consentendo però la diluizione della sua attuale quota del 13,94%.

an.bi.
stats