Per Versace previsti 900 milioni annui

Capri Holdings: vendite stabili e utili in calo nel quarter

L’ex Michael Kors Holdings, diventata Capri Holdings con l’acquisizione di Versace, chiude il terzo trimestre con ricavi stabili a 1,44 miliardi di dollari. A valute costanti il fatturato dei tre mesi, archiviati a fine dicembre, è aumentato dell’1%.

I profitti lordi trimestrali del gruppo quotato a New York (nella foto, il ceo John D. Idol) sono scesi da 884 a 873 milioni di dollari e il reddito operativo è diminuito da 313,5 a 290 milioni. L’utile ha registrato una flessione del 9% a 199,6 milioni.

Il gruppo ha fornito in dettaglio l’andamento di Michael Kors e Jimmy Choo. Per quanto riguarda Versace ha comunicato alcune indicazioni relative al quarto trimestre e all’intero esercizio.

Il brand Michael Kors ha evidenziato un -1% dei ricavi retail, a 838 milioni di dollari (-2,4% a store comparabili) e un -8,3% del wholesale a 394,9 milioni. Il risultato operativo è sceso da 180,4 a 149,9 milioni.

Jimmy Choo, rilevato nel novembre 2017, ha totalizzato nel quarter 161,6 milioni di dollari di giro d’affari, in aumento del 5% circa rispetto a un anno prima. L’utile operativo è salito a 5,5 milioni.

Nel quarto trimestre fiscale il management si aspetta di raggiungere complessivamente 1,33 miliardi di dollari di ricavi, in calo rispetto al terzo trimestre. Il brand Michael Kors dovrebbe totalizzare 1,07 miliardi, tenendo conto di un calo “low single digit” delle vendite a periodi comparabili.

Per Jimmy Choo sono previsti 130 milioni di vendite, con un incremento a periodi comparabili “low single digit”. Anche il fatturato di Versace nel periodo è stimato a 130 milioni di dollari.

Nell’intero esercizio fiscale il turnover di Capri Holdings dovrebbe attestarsi a 6,1 miliardi di dollari, inclusi i circa 900 milioni di dollari derivanti da Versace, 650 milioni da Jimmy Choo e 4,55 miliardi da Michael Kors.

e.f.
stats