Perdite più che raddoppiate

Farfetch: primo trimestre in chiaroscuro

Il marketplace di moda Farfetch ha chiuso il primo trimestre fiscale con un +39% dei ricavi, ma perdite oltre le stime.

Nel quarter, concluso il 31 marzo, il fatturato dell’e-tailer quotato a Wall Street è salito  a 174,1 milioni di dollari, al di sopra delle previsioni degli analisti, che si attendevano un totale di 171,1 milioni (fonte: Refinitiv).

L’accelerazione è stata trainata dal +43,2% dei ricavi del business “platform services” (a 141,8 milioni), seguita dal +22,9% delle attività di logistica (“platform fulfilment”, a 27,7 milioni) e dal +12,8% dei ricavi “in-store” (a 4,5 milioni).

Il gross merchandise value trimestrale ha messo a segno un +44% a 419,3 milioni di dollari (+50% a cambi costanti), sulla scia di un incremento del 64,3% dei consumatori attivi (a 1,7 milioni) e di un aumento del numero di ordini per consumatore attivo sul marketplace Farfetch.

Tuttavia, l’ebitda adjusted è risultato negativo per 30,2 milioni di dollari (da -23,6 milioni) e le perdite operative sono passate da 35 a 85,5 milioni.

Sui conti pesano, tra le altre voci, le spese in tecnologia (R&D e operations legate alla piattaforma e ai servizi), salite in un anno del 45%, come pure le svalutazioni e gli ammortamenti dovuti ai continui investimenti tecnologici, aumentati del 189%.

Di conseguenza, le perdite dopo le imposte sono lievitate da 50,7 a 109,2 milioni di dollari. La perdita per azione è stata di 22 centesimi di dollari (da -18 centesimi), peggiore dei 16 centesimi di rosso previsti dagli analisti.

Come ha ricordato il fondatore e ceo José Neves, Farfetch ha raggiunto alcuni importanti traguardi, che mettono l’azienda in condizione di poter crescere nel 2020 e oltre.

L’imprenditore ha citato il progetto pilota di “augmented retail”, messo a punto per lo store di Parigi di Chanel. In più ha appena iniziato un’avventura nel mercato resale e lanciato Farfetch sulla piattaforma cinese Jd.com, con l’acquisizione di Stadium Goods e Toplife.

e.f.
stats