Pesa un secondo quarter debole

Vf Corp. si proietta verso il 2027 con il piano di crescita, ma taglia l’outlook per il 2023

Vf Corporation spinge su nuovi progetti per accelerare l'aumento dei ricavi, puntando a un tasso di crescita annuale a una cifra media o alta e un operating margin del 15% entro il 2027. L’annuncio è stato dato ieri nel corso dell’investor day.

Il gruppo - cui fanno capo i marchi Vans, Supreme, The North Face, Timberland e Dickies - ha affermato che le previsioni di crescita saranno il risultato dell’evoluzione di tutti i marchi, le regioni e i canali nei prossimi cinque anni.

Sono quattro in particolare i punti in cui si articola la strategia: espandersi in ambiti che completino i suoi marchi attuali e andare a intercettare l’interesse dei consumatori per individuare nuove opportunità di crescita; gestire i marchi nelle diverse fasi del loro sviluppo, nonché attraverso fusioni e acquisizioni; connettersi direttamente con i consumatori e operare in modo più efficiente, utilizzando dati e analisi, catene di approvvigionamento incentrate sul consumatore e una consumer experience seamless, grazie al digitale.

Al fine di rendere operativa la strategia Vf stanzierà capitali ad hoc e impiegherà persone dedicate.

«Il nuovo piano di crescita quinquennale farà leva sui nostri punti di forza e sull’approccio tipico del gruppo, volto a offrire rendimenti superiori agli azionisti a lungo termine», ha dichiarato Steve Rendle, chairman, presidente e ceo di Vf.

Analizzando i diversi marchi, il colosso americano si aspetta che il Cagr quinquennale di The North Face progredirà a una o due cifre, quello di Vans a una singola cifra e quello di Timberland con una percentuale single digit media. Per quanto riguarda Supreme si prevede un tasso di evoluzione tra l’high single e il low double-digit.

Si stima inoltre che il Cagr quinquennale di Dickies si incrementi a cifra singola, mentre le etichette emergenti legate all’outdoor dell'azienda sono attese in salita a un tasso mid-to-high digit.  

Nel corso dell’investor day Vf Corp. ha anche annunciato di avere rivisto al ribasso l’outlook per l’intero anno fiscale 2023, sulla scia di un secondo trimestre deludente.

L'azienda ha fatto riferimento agli scenari attuali, a un back-to-school più debole del previsto per Vans e all’aumento delle scorte in magazzino, che ha portato a maggiori promozioni in Nord America nell’autunno, visti i risultati al di sotto delle aspettative.

Per questo il gruppo prevede che il giro di affari totale aumenterà tra il +5% e il +6% rispetto al +7% annunciato in precedenza.

Nella foto, un'immagine di Timberland

c.me.
stats