pitti bimbo 85

Imelde Bronzieri (MiMiSol): «Con FaseUno apro un nuovo capitolo»

 
Un evento speciale, quello di MiMiSol oggi (22 giugno) a Pitti Bimbo, perché segna l'inizio di una nuova fase per il brand e la sua artefice, Imelde Bronzieri. L'azienda di Putignano FaseUno, che ha rilevato il marchio, lavorerà insieme alla fondatrice per raggiungere nuovi obiettivi, tra cui l'espansione internazionale.

 

Nello stand alle Costruzioni Lorenesi, accanto a Imelde Bronzieri ci sono Francesco e Patrizia Sbiroli, giovani titolari di FaseUno, realtà con alle spalle 50 anni di storia, cui fa già capo la label ValMax.

 

«Non ho scelto a caso un nome pugliese - spiega la stilista e imprenditrice -. In questa regione esistono infatti ancora maestranze capaci di realizzare il vero made in Italy, il che è in perfetta sintonia con i contenuti e le strategie di MiMiSol».

 

Un punto fermo per costruire progetti ambiziosi: dal potenziamento del wholesale a nuovi monomarca (attualmente sono 12, l’ultimo dei quali al Petrovsky Passagedi Mosca), in un’ottica di espansione internazionale.

 

La collezione primavera-estate 2018 è la quintessenza della filosofia di Imelde, convinta che il futuro stia «nella qualità a 360 gradi e non nella barbarie degli acquisti senza senso» e che sia importante «dare significato persino a una T-shirt».

 

Una delle sue fonti di ispirazione è l’“atelier permanente”, come lo chiama, fatto di figli, nipoti e amici dei nipoti. I materiali ricercati, le forme moderne, i dettagli sono il filo conduttore di abiti ricercati ma ideali per i bimbi digitali, tra cui quello in tessuto 3D, che è stato esposto al V&A Museum of Childhood di Londra.

 

Continua la collaborazione con Mauro Balletti, artista e fotografo, mentre cambia il logo, ridisegnato da Giovanni Cavalleri insieme alla calligrafa Gabriela Hess (nella foto, un'anticipazione della primavera-estate 2018 di MiMiSol).

 

stats