pitti bimbo 85

Stella Jean: «La multiculturalità fa bene alla moda. Anche per i piccoli»

Stella Jean è tornata a Pitti Bimbo con la collezione Spring-summer 2018 in taglie mini, frutto della nuova partnership con Unique Children Wear, produttrice e distributrice mondiale della linea. «Ho pensato a proposte d'impronta multiculturale ma con un dna italiano. Niente high-tech, preferisco i bambini liberi di essere se stessi» dice e, per ribadire il concetto, lancia la T-shirt "Uno, Nessuno, Centomila Chilometri".

 

Di madre haitiana e padre italiano, Stella Jean è un esempio vivente di come le contaminazioni tra culture e razze diverse costituiscano un arricchimento. Il suo stile, riconoscibilissimo, vive di queste complementarietà, che si ritrovano anche nelle proposte under 14.

 

La primavera-estate 2018 di scena in questi giorni in Fortezza da Basso trae ispirazione da un viaggio immaginario tra l'Africa del Maasai Mara e Haiti, che si traduce in abiti colorati, leggeri e curati nei dettagli, anche grazie all'apporto degli artigiani locali, nel rispetto delle loro tradizioni e dei loro territori.

 

Della collezione fa parte anche una T-shirt speciale, che riporta lo slogan "Uno, Nessuno, Centomila Chilometri": "Uno" come il punto da cui si parte, quello dove si nasce e ci si forma; “Nessuno", ossia il percorso a chilometro zero che ognuno deve fare dentro se stesso; “Centomila", come appunto i chilometri da fare per esplorare storie e culture di popoli lontani.

 

«Questi modelli - racconta la designer a fashionmagazine.it - sono un concentrato di vibrazioni culturali, ma con contenuti sartoriali che sono l'emblema di un forte dna italiano».

 

«La moda - continua - è un ottimo veicolo per far passare un messaggio di multiculturalità e, soprattutto nel caso dei bambini, di libertà. I vestiti iper-tecnologici o quelli che in qualche modo "inibiscono" i ragazzini non sono sulla mia lunghezza d'onda: preferisco qualcosa da vivere con gioia, anche da sporcare con una macchia di cioccolato se succede. Qualcosa che restituisca ai bimbi quel tempo lento che non hanno più».

 

Molto dell'infanzia ad Haiti è rimasto nelle creazioni di Stella Jean e le proposte "mini me" non fanno eccezione: «Non dimenticherò mai certi caftani di tela simile al lino che indossavo nei miei primi anni di vita, oltre all'immagine di mia mamma che amava già allora mescolare tanti tessuti colorati, per dare vita a combinazioni uniche».

 

stats