pitti uomo 92

Alanui: il cardigan contro la moda usa e getta fa il pieno di buyer

Un accampamento indiano ricostruito al centro del Tepidarium del Roster di Firenze, ha fatto da cornice alla presentazione di Alanui, marchio creato da Nicolò Oddi, 37 anni e sua sorella Carlotta, 33 anni, musa e ispiratrice del brand, che in meno di due anni ha già conquistato 128 clienti e ora grazie alla presenza a Pitti Uomo 92 si attende un ulteriore sprint.

 

Alanui, è un brand monoprodotto che ha raggiunto 128 store in meno di due anni. Il cardigan unisex, oversize in cashmere jacquard, senza bottoni con i pattern e le frange degli indiani d’America sono diventati la loro carta di identità. «D’altronde Alanui in lingua hawaiana significa “grande percorso”: io e mia sorella abbiamo appena iniziato un viaggio, che oggi ci porta a Firenze», ha raccontato a Fashion Nicolò Oddi alla vigilia del salone.

 

Nel botta e risposta, Oddi ha provato a spiegato l'origjne del progetto  creato con la sorella (fashion editor di Vogue Giappone). «Volevamo provare a fare qualcosa di semplice, che andasse contro l’idea di moda usa e getta. Per noi il lusso vero non si esaurisce in una stagione, ma cresce col tempo. I nostri cardigan sono fatti per durare: pezzi unici, fatti con un chilo di cashmere, che richiedono 15 ore di lavorazione. Ci impegniamo nella cura di ogni dettaglio, comprese le etichette tessute a mano e la fragranza hawaiana spruzzata su ogni cardigan prima della spedizione.

 

Quanto a futuro di Alanui "grande percorso" in lingua hawaiana, Oddi racconta che è ancora presto per parlare di un'estensione verso il total look: «Procediamo per fasi. A Firenze portiamo la quarta collezione e presenteremo il nostro cardigan iconico con otto nuovi pattern, mentre le varianti delle passate stagioni diventeranno capi carry over».

 

L'essere un brand monoprodotto, infatti, non sembra essere un limite commerciale: distribuita da RiccardoGrassiShowroom la collezione con l'ultima campagna vendita è passata da 80 a 128 punti vendita.  «Siamo un progetto internazionale - fa il punto Oddi - in Usa siamo in esclusiva da Bergdorf Goodman come departmentsotre, da Colette a le Bon Marché a Parigi e in esclusiva da Selfridges a Londra».

 

Ma anche in Italia Alanui è nelle vetrine migliori che si possano desiderare: Antonia, Biffi, Banner, Folli Follie, Ratti, Gente, Stefania Mode, tra gli altri. «Funziona la strategia del monoprodotto senza connotazione di genere e senza stagione: per il momento il buyer non ci chiede la collezione completa a tutti i costi».

 

E a proposito dei progetti futuri Oddi anticipa: «Presto apriremo un ufficio a Milano e porteremo lì la nostra sede. Finora avevamo un ufficio nell’azienda di famiglia, che tratta materiali termotecnici. Per il momento in Brianza resterà solo la logistica».

 

Il testo integrale dell'intervista è pubblicato su Fashion, datato 12 giugno 2017 e con due temi forti: Pitti Uomo 92 che si conclude oggi e Milano Moda Uomo al via questa sera con lo show di Ermenegildo Zegna.

 

stats