pitti uomo 92

Alea festeggia 65 anni e apre ai mercati stranieri

Produttore di camicie dal 1952, Alea festeggia il suo 65esimo anniversario e, dopo aver intrapreso un'operazione di rilancio, è pronto a presentare «collezioni sempre più unconventional e a portarle per la prima volta oltrefrontiera», come spiega il direttore della comunicazione, Giancarlo Tafuro.

 

«Abbiamo inserito tecniche e dettagli innovativi - continua Tafuro - con l'obiettivo di proporre un menswear contemporaneo e non convenzionale, senza dimenticare il formale, parte essenziale del background di Alea».

 

Protagoniste in Fortezza sono «stampe innovative e ricami esclusivi, capaci di rendere le camicie ancora più preziose, oltre a proposte realizzate con il tessuto seersucker, utilizzato per la prima volta, per un touch tridimensionale».

 

Oltre che sul prodotto, Alea sta spingendo l'acceleratore anche sulla distribuzione: «Al momento - spiega Tafuro - il brand viene distribuito principalmente in Italia. La prossima stagione segna però un importante step, con l'apertura ai mercati del Nord Europa: Scandinavia, Benelux e Germania».

 

Novità in vista ci sono anche per il gruppo cui fa capo Alea, Alea Fashion Industries, che ha in portafoglio licenze come Calvin Klein, Michael Kors, Carlo Pignatelli, Ungaro e Tommy Hilfiger Tailored: «In ballo - anticipa Giancarlo Tafuro - ci sono trattative per l'acquisizione di altre due licenze. Si tratta di nomi internazionali, che sveleremo non appena avremmo definito».

 

stats