Pitti Uomo 94

Diadora presenta l'estate 2019 con Federica Abbate

C'era anche Federica Abbate, esponente del new pop italiano, per il lancio della collezione lifestyle primavera-estate 2019 di Diadora “Shaped By Life”.

La Abbate, classe 1991, è stata protagonista di un evento ieri pomeriggio, nella prima giornata di Pitti Uomo 94.

Sotto i riflettori, nello stand in Fortezza, un nuovo modello della linea di alta gamma Heritage, N9000 TXS, che innova lo stile delle sneaker per il running con un'allacciatura speciale sviluppata da Diadora negli anni '90 per i campioni del tennis.

«70 anni di storia e innovazione: due fattori a contrasto ma che piacciono ai Millennials, la categoria più importante per la nostra offerta», ha spiegato il presidente e ceo Enrico Moretti Polegato (nella foto con Federica Abbate).

Oggi il brand è distribuito in oltre 60 Paesi ma la crescita è guidata dall'Italia. «È il mercato singolo più grande - spiega Polegato - ma una presenza internazionale è necessaria». Tra i mercarti di interesse cita gli Stati Uniti, che «nel 2017 hanno sorpreso positivamente, specie i modelli per il running», e l'Asia.

Il marchio Diadora è già molto noto in Giappone, in particolare nel tennis, disciplina sportiva a cui la label si sta riavvicinando, come dimostra la sponsorizzazione di giovani tennisti agli scorsi Internazionali di Roma. Con l'autunno-inverno 2018/2019 è previsto il debutto in Cina esclusivamente attraverso il canale e-commerce diretto.

Tra i driver di crescita futura Polegato elenca il target femminile, che rappresenta il 35% delle vendite ma ha un ritmo particolarmente dinamico (+20% nel 2017) e «potrebbe avere effetti positivi a livello trasversale, su tutte le linee». In più c'è l'abbigliamento. Un segmento, quest'ultimo, che vuole fare leva anche sulle collaborazioni come quella dello scorso anno con Sundek e la più recente con LC23, il marchio fondato nel 2010 dal barese Leo Colacicco.

Dopo un 2017 archiviato a 162 milioni di euro di fatturato (da 152,6 milioni del 2016), per il 2018 il presidente prospetta per Diadora «un miglioramento del conto economico».

e.f.
stats