pitti uomo

Gas scommette sulle calzature con Ubc

A Pitti Uomo Gas lancia il new deal con Ubc per le calzature. Il primo frutto dell'accordo è visibile nello stand del brand, con una limited edition di sneaker in pelle, interamente prodotte in Italia: «Molto più di una semplice licenza» spiega Enrico Acciai, a.d. del brand italiano di denimwear.

 

La scelta di Ubc non è casuale e si lega a un insieme di valori condivisi, a partire dalle medesime radici vicentine: «Gli stessi che contraddistinguono l'abbigliamento Gas e che Ubc è in grado di portare su quella che siamo sicuri diventerà un'importante estensione del brand» sottolinea Acciai.

 

«A testimoniare l'entusiasmo con cui viviamo questa nuova avventura - precisa Paolo Oscar Tessarin, a.d. di Ubc - è la limited edition interamente prodotta in Italia, che presentiamo in anteprima e che esprime i contenuti più alti della tradizione calzaturiera nazionale».

 

Attiva da tre anni, Ubc è specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di sneaker. L'attenta supervisione degli impianti produttivi situati in Cina e l'equilibrio tra qualità e prezzo hanno consentito all'azienda veneta di estendere il proprio mercato oltre l'Europa e di aprire sedi in Francia, Germania e a Hong Kong. È recente l'inaugurazione degli headquarters a Quinto Vicentino. 

 

In attesa di conoscere i risultati del fiscal year 2016 di Gas, Enrico Acciai afferma: «Facendo una prima verifica lo scorso 30 settembre è emerso un dato importante, ossia che abbiamo raddoppiato le previsioni sull'ebitda, che ha toccato quota 4 milioni e 800mila, rispetto ai 2 milioni e 100mila preventivati. Prevediamo di chiudere l'anno con un +20% di ebitda».

 

«Abbiamo invertito una rotta non brillante» conclude e preannuncia l'ingresso di nuove forze creative, al posto dell'uscente Yossi Cohen: «Presto riveleremo i nomi».

 

stats