polemiche

Politica e imprenditori: il ministro Zanonato risponde a Rosso e Beatrice Trussardi rilancia il j’accuse

Mentre a Milano non si placa la polemica tra Dolce & Gabbana e il Comune, a livello nazionale prosegue la disputa a distanza tra imprenditori della moda e politica, innescata dalla vendita di Loro Piana ai francesi di Lvmh. Il ministro dello sviluppo economico Flavio Zanonato risponde a Renzo Rosso. Ma Beatrice Trussardi ribadisce: “In Italia le imprese sono lasciate sole”. 

 

Qualche giorno fa il patron di Otb aveva attribuito a “politiche sbagliate” la fuga delle grandi griffe all'estero. Parole che non sono piaciute al ministro che, stando a quanto riporta il Corriere del Veneto ha commentato “È un atteggiamento provinciale parlare sempre e solo delle cose che non vanno. E un imprenditore italiano che fa queste affermazioni non conosce la realtà economica del suo Paese”. “La realtà – ha aggiunto il ministro - è che economie chiuse hanno meno capacità di produrre di quelle aperte, non solo per lo scambio di prodotti ma anche per quello dei capitali. Quando si aprirà il libero scambio con gli Stati Uniti, per esempio, il Pil italiano crescerà del 3/3,5%».

 

Rosso ha invece raccolto il sostegno di Luca Zaia che ha dichiarato all’Ansa. “Io sto con Renzo Rosso al 100%. La sua posizione è da condividere perchè non serve che al governo vada un premio Nobel per spiegare che il sistema non sta in piedi con una tassazione al 60%, oltre il triplo della neoentrata in Ue e confinante con l'Italia Croazia, e una burocrazia insormontabile”.

 

Beatrice Trussardi, presidente e l’ad della griffe del Levriero, rilancia dalle pagine del Messaggero :“Ogni volta che un brand italiano viene venduto sento dire: ‘Che peccato!’. È inutile. Di anni ne abbiamo persi tanti. Che cosa è stato fatto? Quale ricerca è stata supportata? Quella della tv, forse. Si sono finanziati giornali di partito. Ma il made in Italy no”.

 

stats