premi

Tomas Maier (Bottega Veneta) tutela l'architettura giapponese: a lui il Watch Award 2016

Tomas Maier, direttore creativo di Bottega Veneta, è stato insignito del Watch Award 2016 durante l'Hadrian Gala, organizzato dal World Monuments Fund al Plaza di New York «per il suo importante contributo alla tutela dell’architettura modernista giapponese».

 

Maier, appassionato di arte e architettura, nel 2014 aveva saputo che l'iconico Hotel Okura di Tokyo sarebbe stato demolito: un albergo considerato uno dei maggiori e più importanti esempi esistenti dell’architettura modernista made in Japan.

 

Un destino che sarebbe spettato anche ad altri edifici rappresentativi del dopoguerra, che rischiavano di essere demoliti o irrimediabilmente cambiati, per motivi economici o in vista delle Olimpiadi 2020.

 

Maier e il brand del Gruppo Kering si sono dunque mobilitati attraverso varie iniziative che hanno coinvolto architetti, designer e artisti, tra cui un simposio e diverse attività dedicate sui social media, in modo da sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema.

 

Una presa di posizione in linea con il dna di Bottega Veneta, che dalla sua fondazione nel 1966 ha elaborato più di un'iniziativa per tutelare l'heritage culturale e artistici italiano e, in particolare, della regione di appartenenza, il Veneto.

 

Maier si è detto «onorato di ricevere il Watch Award 2016, che riconosce l’importanza del nostro impegno verso la conservazione del nostro passato. Tutelare la nostra eredità e i nostri valori è uno dei principi che ci guidano ogni giorno».

 

Il World Monuments Fund è un’organizzazione non-profit privata internazionale, nata nel 1965, che negli ultimi 50 anni ha coordinato oltre 600 progetti in più di 90 Paesi, coordinandosi con partner locali per raggiungere un obiettivo: difendere l'architettura moderna come componente cruciale del patrimonio mondiale (nella foto Maier, a destra, insieme a Joshua David, presidente del World Monuments Fund).

 

stats