Presente in 700 store in Italia e nel mondo

Un 2020 positivo per Duno: fatturato in progress del 7% e forte spinta sulla sostenibilità

Chiusura d’anno in positivo per Duno. Il brand dell’outerwear prevede di archiviare il 2020 con una crescita del 7% sull’anno precedente, una percentuale inferiore alle aspettative, ma comunque rilevante, considerate le difficoltà dovute al diffondersi della pandemia. 

La label ha una distribuzione capillare, con quasi 700 rivenditori nel mondo e una forte presenza nell’Europa del Nord, in Russia, Corea e Giappone. Proprio in quest’ultimo Paese sono stati aperti un pop up store all’interno del mall Ginza Six e un corner nel department store Isetan (nella foto). Contemporaneamente si rafforza la presenza in Italia, che vale il 25% della distribuzione globale. 

Moltissimi i progetti varati durante quest’ultimo anno, tra cui il lancio della capsule eco friendly Re-future, che si compone di capispalla realizzati con tessuto a base di nylon rigenerato Econyl, ottenuto tramite il recupero della plastica negli oceani, così come la collaborazione con la Camera dei Buyer per i best shop, che ha visto la realizzazione dei modelli Hyper one Alpes numerati e in limited edition, venduti solo negli store affiliati CBI.

Il 2020 è stato importante anche dal punto di vista della visibilità, dal momento che il marchio è stato scelto da multe celebrity italiani e internazionali. Intanto guarda al 2021, anno in cui punta a consolidare i risultati ottenuti e a crescere nel mercato italiano ed estero, posizionandosi nei migliori store e mall internazionali.

c.me.
stats