prima strategia di gruppo per la responsabilità sociale

Capri Holdings: entro il 2025 emissioni zero e 100% di energia rinnovabile

In occasione del 50esimo anniversario della Giornata Mondiale della Terra, Capri Holdings ha annunciato la prima strategia a livello di gruppo in tema di responsabilità sociale.

Strategia che si sviluppa in tre direzioni, appoggiando i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite: Our World, ossia gli interventi che coinvolgono tutte le attività della società e la filiera, con lo scopo di ridurre significativamente il suo impatto ambientale; Our Community, sinonimo di un posto di lavoro solidale, salutare, eterogeneo e inclusivo per tutti i dipendenti; Our Philantrophy, per supportare in tutto il mondo chi ha bisogno di aiuto.

La società guidata da John D. Idol si è posta di raggiungere entro il 2025 il 100% di emissioni zero nelle sue attività dirette e, parallelamente, di rifornirsi al 100% di energia rinnovabile per gli impianti di sua proprietà e gestione. Una delle priorità è anche arrivare a emissioni zero di carbonio.

Già entro il 2021, seguendo l'iniziativa Science Based Targets e in linea con i target dell'Accordo di Parigi, verranno ridotte le emissioni in tutte le attività e filiere, senza contare una serie di azioni su cui l'azienda sta già lavorando: tra queste l'uso di plastica riciclabile, compostabile, riciclata o riutilizzabile nelle confezioni sempre entro il 2025, anno che vedrà anche almeno il 95% della pelle provenire da concerie certificate.

In pole position anche la totalità dei materiali per il packaging nei punti vendita riciclabile o da fonti sostenibili, la tracciabilità di filiera, il contingentamento del consumo d'acqua, la promozione di diversità e inclusività nell'organizzazione, programmi di responsabilizzazione nella filiera incentrati sui diritti umani e su salari equi.

A proposito di filantropia, da menzionare il programma Michael Kors Watch Hunger Stop, legato a uno dei marchi di punta di Capri Holdings e volto a distribuire oltre 19 milioni di pasti ai bambini nelle zone del pianeta più colpite dalla carestia.

«Mentre cresciamo, devono farlo anche le nostre responsabilità - ha commentato Idol -. Crediamo che le politiche ambientali e sociali siano non solo eticamente corrette, ma anche fiscalmente responsabili».

Capri Holdings, oltre ad aderire all'UN Global Compact, ha firmato in precedenza il Women's Empowerment Principles delle Nazioni Unite, il Fashion Pact, il Ceo Action for Diversity & Inclusion e l'Open to All Pledge.

Il gruppo, che oltre a Michael Kors vede in pole position tra i suoi "gioielli" Versace (nella foto) e Jimmy Chooaveva diffuso a inizio febbraio un outlook sui ricavi del 2020, calcolandoli intorno ai 5,64 miliardi di dollari, con un effetto negativo in seguito al Covid pari a 100 milioni. Ma in seguito al protrarsi della pandemia queste previsioni potrebbero non essere più valide.

a.b.
stats