progetti

Inditex: 10 milioni a Caritas e Msf. Intanto si allea con la Tsinghua University

Doppio progetto a sfondo sociale per Inditex. Il colosso spagnolo ha sottoscritto un accordo con la Tsinghua School of Economics and Management di Pechino per un programma di scambio tra studenti e ha donato 9,7 milioni di euro a favore di Caritas e Medici Senza Frontiere.

 

Nel corso di uno speech davanti a 500 studenti dell'istituto universitario cinese Pablo Isla, presidente e ceo del gruppo a capo di insegne come Zara, Massimo Dutti e Berska, ha parlato dell'importanza di mettere gli aspetti sociali e sostenibili al centro delle attività aziendali, annunciando la nuova iniziativa rivolta agli allievi, di durata triennale.

 

In base all'intesa, i giovani selezionati avranno la possibilità di fare uno stage presso gli headquarters di Inditex, vedendo da vicino l'organizzazione e i modelli di business del gruppo spagnolo, oltre a seguire diversi training e attività culturali.

 

Il gigante della fast fashion - che ha sfiorato i 10,5 miliardi di fatturato semestrale, con profitti a quota 1,26 miliardi (+7%) - ha anche rinnovato la collaborazione con Medici Senza Frontiere e Caritas, stanziando un totale di 9,7 milioni di euro a supporto di diversi progetti umanitari.

 

In particolare, 2,3 milioni di euro verranno destinati agli interventi di Msf per l'assistenza ai rifugiati siriani, in Congo e nella Repubblica Sudafricana, mentre i restanti 7,4 milioni saranno devoluti a sostegno del programma occupazionale della Caritas in Spagna (che Inditex supporta dal 2011) e le missioni previste in Bangladesh e Cambogia nei prossimi tre anni.

 

stats