Progetti high-tech

Covestro, Huafeng e Cyclone insieme per le sneaker ultra-sostenibili

Dall’intesa tra Covestro (leader nell’ambito dei materiali a base di polimeri di alta qualità), Huafeng (azienda che si occupa di tecnologia applicata al tessile) e Cyclone, altra realtà cinese focalizzata sull’high tech in chiave sostenibile, sono nate scarpe sportive e per il running amiche dell’ambiente, che utilizzano un tessuto in filati di poliestere riciclato di Cyclone, mentre la parte superiore delle calzature e altre parti si avvalgono della tecnologia Haptic di Huafeng.

Quest’ultima fa uso di una dispersione in poliuretano della gamma Inqsin di Covestro, con la metà del contenuto di carbone proveniente da materiali grezzi bio-based. Le emissioni di gas serra per ogni paio di scarpe di questo tipo si aggira sui 230 grammi di Co2, un quantitativo inferiore rispetto alle sneaker con dispersioni in poliuretano di origine fossile e tessuto in Pet non riciclato.

«È una buona notizia per chiunque voglia mantenere uno stile di vita attivo e sano, in un contesto il più possibile environmentally friendly», commenta Tony Wu, global marketing manager Textile Coatings di Covestro, sottolineando che le nuove calzature sostenibili non hanno una durata o un comfort inferiori rispetto alle altre. Lo stesso discorso vale per la componente estetica. Anzi, grazie alla tecnologia di stampa Haptic di Huafeng i materiali possono contare sulle potenzialità del 3D, sperimentando disegnature trendy abbinate a performance elevate. 

Da sottolineare l’importanza del legante parzialmente bio-based Impranil eco Dls di Covestro, parte delle resine Insqin a base di acqua per i rivestimenti tessili, studiato per abbattere le emissioni di gas serra. Il procedimento è stato illustrato congiuntamente da Covestro, Huafeng e Cyclone durante un webinar. «Grazie alla dispersione di poliuretano parzialmente bio-based di Covestro - ha sottolineato Thomas Schmidt, director of innovation di Huafeng - siamo stati in grado di arricchire i nostri rivestimenti Haptic con ingredienti più rinnovabili».

«L’abbinamento tra Insqin e la stampa Haptic di Huafeng su tessuti in Pet riciclato dimostra che attraverso partnership come questa dare vita a prodotti più sostenibili è possibile», ha aggiunto Torsten Pohl, head of Global Textile Coatings di Covestro, colosso da quasi 16 miliardi di euro di ricavi nel 2021, con 50 siti produttivi nel mondo e 17.900 addetti, il cui raggio d’azione spazia dal lifestyle alla mobilità, fino alle costruzioni, all’arredo e all’elettronica. Covestro punta a diventare climate neutral entro il 2035.

A cura della redazione
stats