prospettive

Puma: «Da qui al 2022 cresceremo del 10% l'anno»

Previsioni rosee per Puma, che stima da qui al 2022 un incremento medio annuo delle vendite del 10%, al netto degli effetti valutari. Sempre entro questa data l'ebit dovrebbe raggiungere il 10% del fatturato, dall'attuale 5,6%. Prospettive emerse durante il Capital Markets Day del gruppo tedesco a Londra.

 

Stime che hanno fatto impennare il titolo in Borsa, scambiato a 417 euro nel primo pomeriggio, in aumento di oltre il 6%.

 

Come ricorda wwd.com, questo è stato il primo Capital Markets Day di Puma dopo anni, segno tangibile dell'apertura di un nuovo capitolo, dopo che la controllante Kering ha annunciato di voler cedere il controllo del brand, proponendo la cessione ai soci del 70% delle azioni in portafoglio.

 

«Una mossa che non modificherà le nostre strategie - ha affermato il ceo di Puma, Bjørn Gulden -. Essendomi confrontato più volte in queste settimane con François-Henri Pinault e con i portavoce di Artémis (la holding di Pinault, ndr), posso dire che sono proprio loro a considerarsi azionisti a lungo termine. Non vedo quindi grandi cambiamenti in vista, se non dal punto di vista delle sinergie operative con il gruppo francese».

 

A febbraio era stato annunciato che a Kering sarebbe rimasto il 16% delle azioni, mentre Artémis sarebbe passata da un 40,9% a un 29%, diventando maggiore azionista singolo.

 

Il player dello sportswear celebra sia il 70esimo anniversario che il 50esimo della sua iconica suede sneaker guardando con ottimismo al futuro, dopo scelte azzeccate tra cui la partnership con Rihanna e la sponsorizzazione delle principali squadre di calcio.

 

Il 2017 è stato archiviato superando per la prima volta il tetto dei 4 miliardi di euro di turnover, in aumento del 14% sul 2016. Per il 2018 si prevede un incremento del 10% del giro d'affari, al netto degli effetti valutari, con un ebit compreso fra i 305 e i 325 milioni di euro, contro i precedenti 245 milioni.

 

Cifre importanti, ma lontane dal competitor Adidas, che si prepara a chiudere il fiscal year superando i 20 miliardi di euro, in progress del +15% o +20%.

 

Quanto a Nike, i ricavi del 2017 ammontano a 34,4 miliardi di dollari. Nei mesi scorsi il ceo Mark Parker ha dichiarato che entro cinque anni questa cifra dovrebbe salire a 50 miliardi, un obiettivo considerato troppo ambizioso dagli analisti (nella foto, Slick Woods e Rihanna immortalate con capi FentyxPuma sull'account Instagram di Puma).

 

stats