Pvh aggiorna sulla situazione in Cina

Calvin Klein e Tommy Hilfiger chiudono gran parte degli store cinesi

Pvh fa sapere di avere chiuso temporaneamente gran parte degli store Calvin Klein e Tommy Hilfiger (gestiti direttamente e in franchising) a causa del coronavirus. I negozi rimasti aperti sono operativi per un numero limitato di ore e stanno registrando traffico e vendite sotto le aspettative.

Il gruppo quotato a New York prevede che la Greater China rappresenti il 7% dei ricavi totali, mentre la quota stimata per l’Asia-Pacifico è del 16%. Inoltre la Cina pesa per il 20% sulle forniture totali del gruppo americano.

Il management anticipa che gli utili del quarto trimestre e dell’intero esercizio 2019 mostreranno risultati inferiori ai target presentati ai primi di gennaio, a causa principalmente di perdite legate ai piani di pensionamento.

Il coronavirus non c’entra. «Impatterà il nostro business nel breve periodo, ma le nostre opportunità in Asia-Pacifico sono significative - dice il chairman e ceo Emanuel Chirico -. Dato il business model diversificato e globale del gruppo, oltre alla forza dei nostri brand iconici, siamo ben posizionati per gestire questo periodo di incertezza».

e.f.
stats