querelle

Trump se la prende con Nordstrom, che non vende più il brand di Ivanka

Donald Trump se la prende con Nordstrom, che ha deciso di non acquistare per questa stagione la linea di abbigliamento della figlia Ivanka. Dal suo account personale Twitter il presidente degli Usa si lamenta: «Mia figlia è stata trattata ingiustamente». «Una decisione commerciale presa sulla base delle vendite e non della politica», è la replica dei grandi magazzini.

 

Dopo il tweet del presidente Usa le azioni di Nordstrom, che è quotato a Wall Street, hanno risentito immediatamente dell'attacco, con un calo in Borsa. Ma si è trattato di una flessione breve, e poco dopo sono tornate in territorio positivo: segno che il mercato si è già abituato agli attacchi via social di Trump contro le multinazionali, avendo già preso di mira Ford, Boeing e Lockheed Martin.

 

Anche Nordstrom non si è scaldato più di tanto per le parole del presidente, limitandosi a spiegare al sito MarketWatch: «Il nostro portale offre più di 2mila brand. Rivedere il loro andamento fa parte del nostro lavoro. Ogni anno tagliamo circa il 10% delle linee, per aggiornare il nostro assortimento. In questo caso, in base ai risultati del marchio, per questa stagione abbiamo deciso di non comprarlo».

 

stats