Raccolti 46 milioni di dollari

VitroLabs: anche Kering finanzia la startup specializzata in materiali da cellule animali coltivate

Nata nel 2016, la californiana VitroLabs è una company biotecnologica che sta mettendo a punto il primo materiale altrernativo alla pelle tradizionale da cellule animali coltivate in laboratorio.

Oggi, 4 maggio, l’azienda fondata nel 2016 ha raccolto un finanziamento di Serie A da 46 milioni di dollari, guidato da Agronomics: tra gli investitori compare il nome di Kering, insieme tra gli altri al gruppo della moda Bestseller e all’attore Leonardo DiCaprio.

«In una fase in cui l’impegno ambientale è più che mai importante - afferma il ceo Ingvar Helgason - le società biotech hanno l’opportunità di guidare il cambiamento, lavorando a fianco degli artigiani che sono la pietra miliare dell’industria pellettiera, un business da 400 miliardi di dollari. Il lancio della prima pelle coltivata è una pietra miliare nella costruzione di un futuro più sostenibile».

«L’innovazione sostenibile e la ricerca attiva di materiali alternativi sono tra i pilastri delle nostre strategie - aggiunge Marie-Claire Daveu, chief sustainability and institutional affairs officer di Kering -. Siamo molto interessati alle potenzialità dei biomateriali come quelli di Vitrolabs».

La società ha sede a Milpitas ed è unica nel suo genere nello sviluppo della pelle coltivata su larga scala. Lo scorso autunno VitroLabs si è trasferita in un nuovo quartier generale di circa 5mila metri quadri. I 46 milioni raccolti serviranno per uno sviluppo a 360 gradi, a livello produttivo e scientifico.

a.b.
stats